Assaggi e degustazioni – Segnalato da Cristina

Il Salone del libro e delle eccellenze enogastronamiche “Sapori da sfogliare” apre i battenti da 21 al 23 giugno alla Fiera di Genova. Tre giorni interamente dedicati al gusto, all’editoria enogastronomica, alle degustazioni, e poi incontri, curiosità sulle tradizioni culinarie italiane, corsi di cucina, presentazioni di libri, show cooking e molto altro.
Il tutto a ingresso gratuito.

Tra le prelibatezze da assaggiare si può spaziare dalla cucina ligure, ai vini piemontesi, dai prodotti della Puglia ai sapori della Calabria: ‘Sapori da Sfogliare’ è un’esperienza da vivere e da assaporare.
Degustazioni e assaggi, incontri, appuntamenti enogastronomici e momenti di conoscenza delle tradizioni alimentari dei vari territori sono l’anima del Salone. Con tutta la passione e la professionalità di cui sono capaci gli espositori  preparano in diretta, ‘raccontano’ e fanno assaggiare ai visitatori i loro prodotti e le loro specialità.

Ogni ora è una scoperta per la mente e una gioia per il palato.

LA PARANZA
DEGUSTAZIONI DI PESCE A ‘METRO ZERO’

Venerdì 21 e sabato 22 alle 12.00 e alle 19.30 e domenica 23 alle 12.00 e alle 18.00 le degustazioni di ‘Pesce a metro zero’, in collaborazione con Legacoop e LegaPesca Liguria, sono un momento da non perdere: sulla banchina del padiglione mare i pescherecci in arrivo scaricano il pesce appena pescato, che viene cucinato a vista e servito direttamente al pubblico.

La frittura di paranza è una frittura di pesce di piccolo taglio, molto diffusa nella cucina napoletana, ma anche in altre parti d’Italia.
Prende il nome dalla paranza, che è una tipica barca da pesca per la pesca a strascico comunemente impiegata dalle marinerie italiane.
È di solito fatta con merluzzetti, triglie, sogliolette (fricassuari, in napoletano), ma possono esservi anche altre varietà di pesce di piccolo taglio, come alici, mazzoni, retunni o vope.
La frittura viene fatta passando il pesce nella farina, quindi friggendolo rapidamente nell’olio bollente e poi asciugandolo su carta assorbente. La frittura di pesce va mangiata caldissima (frijenno magnanno, è il modo di dire tipico napoletano). Talvolta viene accompagnata a tavola da spicchi di limone, il cui succo è da alcuni apprezzato come condimento della frittura.
 

I VINI PIEMONTESI VINCITORI DEL MARENGO DOC
Presso l’area della Camera di commercio di Alessandria la parola d’ordine è “prosit”: sono in degustazione i migliori vini premiati alla 39^ edizione del Concorso Enologico Provinciale Marengo DOC.
Un’ampia area espositiva, voluta dalla Camera di Commercio di Alessandria, ospita gran parte delle Aziende vitivinicole che hanno partecipato al Concorso Enologico, dove il pubblico ha l’opportunità di degustare il meglio della produzione vitivinicola dell’alessandrino.
Nella stessa area sono presenti i Ristoranti, gli Alberghi e le strutture ricettive della provincia di Alessandria che hanno ottenuto il Marchio “Ospitalità Italiana”, l’ambito riconoscimento che viene conferito a chi garantisce gli standard qualitativi definiti nel relativo Disciplinare predisposto dall’ISNART (Istituto Nazionale Ricerche Turistiche) e dal sistema camerale.

L’APERITIVO MADE IN PUGLIA, L’OLIO, I TARALLI e NON SOLO…
Venerdì alle 13.00, dopo la presentazione del libro sulle ricette tipiche di Andria l’appuntamento per i golosi è ‘Happy oil, wine and cheese!’: una ricchissima degustazione di prodotti caseari andriesi, di olio extravergine d’oliva, di vini ‘Doc Castel del Monte’ e di confetti tipici andriesi.

Venerdì alle 19.00 e Sabato alle 12.00 e alle 19.00 è di scena la Puglia con ‘Bianco, Rosso e Verd’olio: l’aperitivo Made in Puglia!’: viene offerto presso lo stand del Comune di Andria l’aperitivo tipico pugliese con laboratorio didattico per promuovere l’olio extravergine d’oliva del territorio di Andria e Corato, i prodotti caseari, i taralli e i confetti tipici, insieme ai vini autoctoni ‘Doc Castel del Monte’
In apertura, performance teatrale sull’olio a cura dell’attore Nicola Conversano.

Domenica alle 12.30  ‘Castel diVino’ – degustazione di vini tipici e taralli locali – presso lo Stand del Comune di Andria – GAL Casteldelmonte

Tutte le iniziative sono accompagnate da spettacoli teatrali, musica tipica e curiosità sul territorio pugliese.

DIRE FARE E MANGIARE: ECCO A VOI GLI AGNOLOTTI
Di continuo, per tre i giorni, non si potrà rinunciare a ‘Dire, fare e mangiare’. In un’apposita area centrale del padiglione sono di scena gli agnolotti: raccontati, preparati e degustati caldi sul momento, sono un’occasione impedibile, per chi si sente cuoco, di imparare a farli al meglio e, per chi preferisce vestire i panni dell’assaggiatore, di degustarli, commentarli e assaggiarli di nuovo.

GENOVA CHE GUSTO

A Sapori da sfogliare non può mancare una forte impronta genovese voluta dalla Federazione Esercizi Pubblici Associati Genova che ha coinvolto le principali Associazioni del settore dell’Accoglienza e della Ristorazione per regalare ai visitatori un assaggio verace del cuore della Liguria che non potranno dimenticare.

Tutti i giorni a pranzo dalle 12.00/15.00  e a cena dalle 19.00 alle 22.00 la  F.E.P.A.G., insieme all’Associazione Ristoranti, da il meglio di sé con “I piatti della cucina genovese” presentati, cucinati e serviti al momento, a rotazione nei tre giorni, da 12 tra i più quotati ristoranti di Genova. Un buon bicchiere di vino della Liguria accompagnerà le portate.

Poi c’è la merenda dalle 16.00 alle 18.00  con “I dolci della tradizione genovese”: la F.E.P.A.G., insieme all’ Associazione Pasticceri, vuole coccolare il pubblico tutti i pomeriggi con un pieno di cose buone, dolci e genuine.

Come perdere l’aperitivo dalle  17.00 alle 19.00?  Anche in questo caso la F.E.P.A.G, affiancata dall’Associazione Bar, non mancherà di inebriare il pubblico tentandolo con cocktails, aperitivi e drinks preparati dai più esperti barman di Genova.

Assaggi e degustazioni – Segnalato da Cristinaultima modifica: 2013-06-18T15:51:00+02:00da vinipassione1
Reposta per primo quest’articolo
Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.