IBF – Torino (TO)

Dal 18 novembre al  21 novembre 2011

Associazione Degustatori Birra organizza una manifestazione itinerante in diverse città allo scopo di diffondere la cultura della birra artigianale.

La formula della manifestazione prevede la partecipazione diretta dei birrifici e del birraio favorendo il contatto tra curiosi e appassionati direttamente con gli addetti ai lavori.

L’Italia Beer Festival è infatti il primo grande evento italiano dedicato al mondo della birra artig…ianale. La prima edizione si è svolta a Milano nel 2006 e poi si sono aggiunte Roma, Alessandria, Brescia, Bologna, Torino e Genova, oltre ad altre piccole edizioni locali come Grado, Follonica e Tarquinia. L’Italia Beer Festival è un importante momento di confronto tra i produttori artigianali e un’occasione di incontro con curiosi ed appassionati. I laboratori con approfondimenti sulla produzione, sull’abbinamento birra e cibo, sui fondamentali della degustazione sono una delle caratteristiche più importanti della rassegna, per coinvolgere il pubblico e mettere in luce le caratteristiche e la qualità della birra artigianale.

L’ingresso alla manifestazione costerà 7 € comprensivi di bicchiere da degustazione e portabicchiere. Le degustazioni saranno acquistabili con gettoni dal valore di 1 € acquistabili all’interno della manifestazione (10 cl = 1 gettone, 25cl = 2 gettoni).

Palaolimpico
corso Sebastopoli, 123
Torino (TO)

 

infermento.it sarà presente durante l’intero arco dell’evento con un InF Point che darà tutte le informazioni e le dritte necessarie per permettere ai visitatori un facile accesso alle varie iniziative promosse in occasione della manifestazione.

Tra queste spicca sicuramente la votazione per decretare l’INFERMENTO D’ORO dell’evento. L’INFERMENTO D’ORO è il sondaggio che lo staff di infermento.it ha ideato per dare voce ad appassionati di birra artigianale, vino e tutti gli altri prodotti della nostra degustateca, in occasione di eventi in cui sono presenti diverse aziende. In questo modo si dà la possibilità ai visitatori di esprimere “a caldo” la propria preferenza e ai produttori di avere il parere diretto dei consumatori approfondendone i gusti e le preferenze.

 

Per maggiori dettagli: http://www.infermento.it/?page_id=8517.

Share

Scienze Gastronomiche alla scoperta del Prosecco Superiore e del Torchiato di Fregona nella Marca Trevigiana

Parma 15/11/2011 – Gli studenti del Corso di Laurea Magistrale in Scienze Gastronomiche hanno chiuso il gran Tour di Scienze Gastronomiche visitando il Consorzio di Tutela Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore DOCG, l’azienda Carpenè Malvolti di Conegliano Veneto e l’Azienda Agricola Tomasi Francesco di Fregona.

Si è svolto in Veneto il viaggio del Corso di Laurea Magistrale in Scienze Gastronomiche dell’Università di Parma; gli studenti sono stati guidati dal docente Andrea Fabbri, professore ordinario di Biologia evolutiva e funzionale e Marzia Morganti Tempestini, docente di Turismo enogastronomico. È stato raggiunto con soddisfazione l’obiettivo di conoscere la realtà del panorama vitivinicolo trevigiano. Alle visite aziendali ha sempre fatto seguito una degustazione tecnica per apprezzare al meglio le peculiarità intrinseche di ogni prodotto. Gli studenti sono stati prima ospitati dal Consorzio di Tutela Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore DOCG dove hanno avuto modo di scoprire la crescita internazionale di un prodotto di alta qualità destinato a far concorrenza allo Champagne e la filiera produttiva che è stata costruita nel distretto rendendolo un vero e proprio stato economico.

Successivamente gli studenti sono stati accolti e guidati all’interno dell’ azienda Carpenè Malvolti dall’enologo Carlo Cannaò che ha affermato: “L’entusiasmo e la passione di famiglia hanno guidato in questi anni le scelte aziendali preservando l’ originaria peculiarità del prodotto”. L’incontro, particolarmente stimolante è stato una ricca occasione di scambio di idee e di esperienze. L’ azienda Carpenè Malvolti, giunta alla IV generazione della famiglia Carpenè e guidata dal direttore generale Antonio Motteran, possiede una storia ultrasecolare e rappresenta “un’ istituzione” dell’arte spumantistica italiana di alta qualità.

 

L’ ultimo approccio con le realtà vitivinicole del Nord-Est Italia si è concretizzato con la visita all’Azienda Agricola Tomasi Francesco, che ha fatto della sua forza principale la tradizionalità e la paziente valorizzazione delle materie prime. Dalla perfetta unione tra un microclima ottimale, cultivar estremamente legate al territorio e rispetto dello stesso nasce il Torchiato di Fregona DOCG, un prodotto dalle intense qualità organolettiche. Nonostante rappresenti un vino passito di nicchia con le sole 18.000 bottiglie/anno prodotte dai 13 soci del Consorzio di Tutela, si intravedono prospettive di crescita economica importanti, come afferma lo stesso Tomasi. L’incontro è stato inoltre occasione per far conoscere il nuovo master di I livello in “Cultura, organizzazione e marketing dell’enogastronomia territoriale”.

 

Il gruppo organizzatore: gli studenti del II anno del Corso di Laurea Magistrale in Scienze Gastronomiche con la collaborazione della Prof.ssa Marzia Morganti Tempestini Tel. 335 6130800

Share

Enologica – Salone del vino e del prodotto tipico dell’Emilia-Romagna Faenza (RA)

Dal 18 e 21 novembre 2011

Faenza Fiere

Via Risorgimento, 3

Faenza (RA)

rari:

Venerdì: 17.00 / 22.00

Sabato: 11.00 / 22.00

Domenica: 11.00 / 22.00

… Lunedi (Riservata ai soli operatori) : 10.00 / 20.00

Prezzo:

Ingresso intero 16 euro, Abbonamento 25 euro

Calice degustazione e catalogo compresi nel costo del biglietto

*Anche una volta entrati con soli 9 euro in piu’ sul primo biglietto d’ingresso puoi ritirare un braccialetto, presso la segreteria nel “bosco” del PAD.B, che ti consente di entrare anche gli altri giorni.

«Nessuno è la patria, tutti insieme lo siamo.»

JORGE LUIS BORGES

Enologica è:

Tutti pazzi per Enologica

Un calendario di eventi che anticipa Enologica coinvolgendo il territorio regionale in un rapporto sempre più stretto con la sua tradizione.

http://www.enologica.org/tutti_pazzi_per_enologica.php

Toccata & fuga

Il prodotto tipico…in pratica! Uno spazio di appuntamenti per conoscere in modo divertente i prodotti eccellenti dell’Emilia Romagna. Lo spazio Toccata &Fuga ospita le osterie, le custodi di una cucina semplice nel senso più nobile del termine

http://www.enologica.org/toccatafuga.php

Teatro dei Cuochi

I cuochi testimoni della qualità dei prodotti della regione, dei modelli. Il Teatro dei Cuochi è un gioco dove la cucina si mette in mostra e racconta, al di là delle ricette, l’umanità di questa regione e la tipicità come conseguenza della cultura della nostra comunità.

http://www.enologica.org/incontra_cuochi.php

Presi per la gola

All’interno della manifestazione sarà allestita una vera e propria osteria tipica sempre in funzione durante gli orari di apertura della manifestazione che produrrà in diretta tutta la pasta e la piadina. Tutti i piatti saranno cucinati a partire da prodotti eccellenti del territorio nella convinzione che la semplicità sia davvero un lavoro complicatissimo!

http://www.enologica.org/mangiare.php

Caravanserraglio, Spazio culturale

Il Caravanserraglio è un luogo di accoglienza e di confronto, un salotto che vive su un calendario di esperienze uniche ed originali: interviste, dibattiti, conversazioni, racconti.

http://www.enologica.org/caravanserraglio.php

130 cantine espositrici

Le migliori cantine della regione in rappresentanza di tutti i territori del vino dell’Emilia-Romagna.

http://www.enologica.org/espositori_vino.php

Are you experienced? degustazioni

I più importanti esperti italiani di vino sono i relatori di un programma di degustazioni di vino che fa cultura del territorio e che permette un confronto con l’esterno. La consapevolezza richiede conoscenza.

http://www.enologica.org/degustazioni.php

Il mercato degli artigiani

Gli artigiani, organizzati in un mercato tematico che proporrà ogni giorno dei temi diversi, sono i protagonisti delle produzioni eccellenti della regione, il riferimento di qualità che permette un’esperienza fondante per la cultura del territorio.

http://www.enologica.org/espositori_tipico.php

Enologica Tour

È l’evento di presentazione del programma di Enologica, una festa che coinvolge tutta la comunità che sta dietro alla manifestazione.

Scarica il programma completo:

http://www.slideshare.net/Enologica/programma-enologica-2011

Info:

Faenza Fiere s.r.l.

Via Risorgimento, 3

48018 Faenza (Ra)

Tel.: 0546 621111

Fax: 0546 621554

www.enologica.org

Vini & company

 

 

Share

Un autunno spumeggiante all’insegna di Carpene Malvolti tra degustazioni, corsi ed eventi speciali – Marte Comunicazione

Da venerdì 11 novembre 2011

Un mese targato Carpenè Malvolti, dalla degustazione alla Rocca di Bentivoglio a Bazzano all’edizione 2011 di Divinando

Novembre 2011, un mese all’insegna delle bollicine Carpenè Malvolti. Numerose sono infatti le iniziative in cui la storica azienda spumantistica di Conegliano reciterà il ruolo di protagonista.

 

Si inizia domani 11 novembre, con un tour alla scoperta del Prosecco come territorio, vitigno e prodotto insieme agli studenti del corso di Laurea Magistrale in Scienze Gastronomiche della Facoltà di Agraria dell’Università di Parma. Un viaggio in uno dei maggiori patrimoni vitivinicoli italiani, il Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore DOCG, per approfondire le proprie conoscenze e valorizzare le competenze acquisite durante il percorso di studi, che passerà anche attraverso la cantina che custodisce le eccellenze di Carpenè Malvolti, azienda leader nella produzione di Prosecco DOCG caratterizzata da una passione e tradizione che si tramanda in famiglia da oltre 140 anni e da sempre orientata all’innovazione e alla ricerca.

Un altro evento che nella stessa settimana accende i riflettori sulle bollicine Carpenè Malvolti è la terza edizione della manifestazione “L’Emilia si confronta con la Francia e le zone vocate d’Italia” organizzata da Slow Food Regione Emilia Romagna,  la Condotta Slow Food Samoggia Lavino e con il Consorzio di Tutela Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore DOCG  alla Rocca dei Bentivoglio di Bazzano (Bo) sabato 12 Novembre dalle 15 alle 21 e domenica 13 Novembre dalle 14 alle 19. Una rara occasione per degustare spumanti delle zone italiane più vocate in competizione con gli champagne di piccoli produttori francesi in abbinamento con altre eccellenze enogastronomiche italiane come il prosciutto San Daniele, la Mortadella Classica di Bologna e il Parmigiano Reggiano. Ingresso a pagamento 16€, 13€ per i soci Slow Food.

Un altro evento che nella stessa settimana accende i riflettori sulle bollicine Carpenè Malvolti è la terza edizione della manifestazione “L’Emilia si confronta con la Francia e le zone vocate d’Italia” organizzata da Slow Food Regione Emilia Romagna,  la Condotta Slow Food Samoggia Lavino e con il Consorzio di Tutela Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore DOCG  alla Rocca dei Bentivoglio di Bazzano (Bo) sabato 12 Novembre dalle 15 alle 21 e domenica 13 Novembre dalle 14 alle 19. Una rara occasione per degustare spumanti delle zone italiane più vocate in competizione con gli champagne di piccoli produttori francesi in abbinamento con altre eccellenze enogastronomiche italiane come il prosciutto San Daniele, la Mortadella Classica di Bologna e il Parmigiano Reggiano. Ingresso a pagamento 16€, 13€ per i soci Slow Food.

Si parlerà di Carpenè Malvolti anche a Padova, il 16 novembre, con la presentazione del libro che racconta le eccellenze del territorio con la voce dei protagonisti “L’ORO D’ITALIA. Storie di aziende centenarie e famigliari. Il Veneto”. La storica azienda spumantistica di Conegliano si racconta in questo libro attraverso un secolo e mezzo di storia all’insegna dell’innovazione, della ricerca e della qualità.

 Il 26 novembre ancora Carpenè Malvolti sotto i riflettori, per la presentazione a Roma della Guida Sparkle Bere Bene Spumante 2012, edita da Cucina & Vini, che raccoglie oltre 700 degustazioni complete di spumanti italiani, suddivisi per regione.

Da Roma a Conegliano in meno di 24 ore, per l’edizione 2011 del concorso Divinando, in programma per il 27 novembre nella cantina storica di Carpenè Malvolti. A sfidarsi, i sommelier delle delegazioni Fisar che si sono aggiudicate la finale nelle eliminatorie territoriali in varie regioni d’Italia: da nord a sud, Torino, Varazze, Monza e Brianza, Firenze, Livorno e Valdichiana. Sul sito www.carpene-malvolti.com altre informazioni sulle manifestazioni.

Ufficio Stampa Carpenè Malvolti Spa

Marte Comunicazione snc di Marzia Morganti Tempestini & C.

Tel 335 6130800 Email marzia.morganti@gmail.com

www.carpene-malvolti.com – www.martecomunicazione.com

Vini & company

 
Share

Cena degustazione vino e cucina – Taburno (BN)

Sabato 12 novembre 2011

Villa Pastenella 
Via Pastenelle 
Taburno (BN) 

Incontro enogastronomico tra la cucina di Renato Pirone, (cuoco di VP), i prodotti del territorio ad andatura “Slow” e i vitigni autoctoni del Taburno.

Quota di partecipazione euro 35 ( euro 30 per i soci Slow Food) Posti limitati.

Prenotazioni: 3357052120 (Renato) 3470987315 (Tiziana) info@villapastenella.it www.villapastenella.it

IL MENU

Tortello di zucca in fumetto di Bottarga

Coda di Volpe – Taburno

Cantina Fattoria La Rivolta

Sfilettato di pesce di giornata con Patate di montagna

Biancuzita Falanghina Vendemmia Tardiva

Cantina Torre a Oriente

Le verdure di stagione:

cime di rapa in crema di tartufo

broccolo romano all’Aglianico

friarielli napoletani piccanti

Caramella al tartufo e Castagne con Porcini

Ma’Rosa Aglianico del Taburno Rosato

Cantina Nifo Sarrapochiello

Stinco di maiale in glassa vegetale con Chiodini

U’Barone Aglianico del Taburno

Cantina Torre a Oriente

Assaggio di formaggi sanniti

D’Erasmo Aglianico del Taburno riserva

Cantina Nifo Sarrapochiello

Amaretti sardi e dolcetti al cioccolato

Lino delle fate Passito di Aglianico

Cantina La Dormiente

Vini & company

 
Share

Bollicine… Mon Amour – San Secondo Parmense (PR)

Sabato 12 e domenica 13 novembre 2011

Rocca dei Rossi

piazza Giuseppe Mazzini, 12

San Secondo Parmense (PR)

L’Associazione culturale “Bollicine Mon Amour” organizza con il patrocinio del Comune di San Secondo e della Provincia di Parma questa manifestazione per promuovere e valorizzare le piccole realtà produttive di “bollicine” con metodo classico ed i loro territori, provenienti dalle regioni più vocate di Francia e d’Italia.

Teatro delle giornate legate alla manifestazione è la Rocca dei Rossi di San Secondo con le sue magnifiche s…tanze del “500” affrescate da vari artisti del manierismo emiliano, teatro sontuoso dove il produttore è il vero padrone di casa ed i visitatori saranno accolti con la dovuta amicizia.

Percorrendo le varie stanze delle rocca il visitatore attraverso le degustazioni, affronterà anche un percorso culturale, poiché, la cultura non passa solamente dal cervello ma anche dagli occhi, dal naso, dal palato: un viaggio con tante tappe ed incontri, un viaggio di storie, di luoghi, di clima, riferimento di terre e soprattutto di uomini che le vivono e le lavorano.

Sarà disponibile un “punto ristorazione” con piatti tipici parmigiani cucinati dallo chef Sergio Preziosa del Relais Galu.

infermento.it sarà presente durante l’intero arco dell’evento con un InF Point che darà tutte le informazioni e le dritte necessarie per permettere ai visitatori un facile accesso alle varie iniziative promosse in occasione della manifestazione.

Per maggiori dettagli: http://www.infermento.it/?page_id=8576.

 
Share

A Volta Per star Bene – Volta Mantovana (MN)

Sabato 12 e 13 novembre 2011

Olio Extra Vergine di oliva, tartufi e vini spumanti Metodo Classico e Charmat: il tris di eccellenze agroalimentari italiane si conferma protagonista della XII edizione di “A Volta per star bene”, evento organizzato a Volta Mantovana sabato 12 e domenica 13 novembre 2011 presso Palazzo Gonzaga da Comune e Pro loco Voltese (info: www.avoltaperstarbene.it).
Provenienza dei prodotti in degustazione, banco d’assaggio e mostra – mer…cato: il mantovano, in primis i prelibati tartufi delle Colline Moreniche, ma non soltanto.

A Volta sarà infatti possibile assaggiare e acquistare il meglio della produzione anche nazionale, accompagnata da un’ampia proposta di altri prodotti tipici di molte regioni d’Italia. Salumi, formaggi, confetture e prodotti da forno completeranno la proposta.
Il prologo dell’evento: lunedì 7 novembre.

Il prologo dell’evento, organizzato in via eccezionale quest’anno nella giornata di lunedì 7 novembre, porrà l’attenzione su solidarietà e alimentazione. Alle ore 15 di lunedì 7 novembre avrà inizio la “Partita del Cuore” fra la Nazionale Italiana Ristoratori e la squadra della Fondazione Exodus di Don Antonio Mazzi. Il ricavato dalla partita sarà devoluto alla Fondazione. A seguire, alle ore 18.00, il TalkShow dedicato al tema “Tipico e buono. Viaggio fra alimenti e ricette, dal territorio al ristorante”. L’incontro sarà moderato da Alberto Lupini, Direttore di “Italia a tavola”, e coinvolgerà ristoratori, produttori e operatori. Al termine, Cena di Gala, ovviamente a base di prodotti tipici delle Colline Moreniche del Mantovano.

A Volta per star bene… fra assaggi, degustazioni, visite guidate e menù convenzionati.
L’ingresso all’evento del 12 e 13 novembre è gratuito. Gli orari di apertura: il sabato dalle ore 10.30 alle ore 21.00, la domenica dalle ore 9.30 alle ore 19.30. A disposizione dei visitatori saranno calice e taschina (2,50 Euro). Per tutta la durata della manifestazione si svolgeranno degustazioni guidate da sommelier, analisti sensoriali ed esperti (per prenotazioni: info@avoltaperstarbene.it – tel. 0376 839431).

Sarà anche possibile visitare lo storico Palazzo Gonzaga, sede dell’evento e della rassegna dell’editoria di settore, e il mastio del Castello.

Fra le varie iniziative in programma, si segnala la gara di ricerca del tartufo con cane addestrato che si terrà domenica 13 novembre alle ore 14.30. Sia sabato 12 che domenica 13 i ristoranti di Volta Mantovana proporranno uno speciale Menù a prezzo convenzionato di 25,00 Euro vini compresi (elenco e recapiti per prenotazione: www.avoltaperstarbene.it).

INFO EVENTO “A VOLTA PER STAR BENE” EDIZIONE 2011: Comune di Volta Mantovana: www.avoltaperstarbene.it; info@avoltaperstarbene.it; Tel.0376-839431.

Vini & company

Share

Miglior sommelier d’Italia 2011 – Milano – Marte Comunicazioni

vini,vino,sommelier,corsi di vino,corsi sommelier,degustazioni14 novembre 2011

Ais Toscana candida al titolo una squadra di campioni

Sono ben 5 i sommelier di provenienza toscana che parteciperanno alla fase finale del concorso che si terrà il 14 novembre a Milano

Una squadra di campioni si prepara alla sfida finale per il titolo di Miglior Sommelier d’Italia 2011 che si terrà a Milano lunedì 14 novembre. I 16 finalisti – 9 selezionati nelle prefinali di Milano, Roma e Napoli più i vincitori regionali che vi accedono di diritto – si contenderanno al Teatro Elfo Puccini di Corso Buenos Aires il Premio Franciacorta, messo in palio da AIS e Consorzio per la Tutela del Franciacorta. Tra questi, ben 5 concorrenti provengono da Ais Toscana, a testimonianza della validità e della professionalità che caratterizza da sempre la scuola concorsi del Granducato.

Una lista di nomi conosciuti nel panorama della sommellerie italiana e internazionale – per il prestigioso palmares che ognuno di loro si porta dietro – con un solo obiettivo: cercare di riportare nel Granducato il titolo di Miglior Sommelier d’Italia.

A guidare la cinquina di fuoriclasse, il vicecampione italiano in carica e Miglior Sommelier della Toscana 2011 Gabriele Del Carlo, sommelier al Restaurant Le Cinq di Parigi che dopo l’affermazione regionale dello scorso giugno punta al bis con il titolo di campione nazionale. Nel suo palmares, anche il Premio Solidus come miglior sommelier professionista 2011.

Nella rosa dei finalisti anche Daniele Arcangeli, sommelier al Marechiaro Beach Restaurant dell’Hotel Principe a Forte dei Marmi (LU), 3° Classificato al Master del Nebbiolo 2011, semifinalista al Miglior Sommelier d’Italia 2009 e 2010 e 2° Classificato al Miglior Sommelier della Toscana 2009, 2010 e 2011, vincitore del Premio Bonaventura Maschio 2008 Centro Italia, del Premio Internazionale JWC – Eagle Award – International Bartenders Association e campione italiano Aibes “Premio Angelo Zola” 2005. Con lui, Andrea Balleri – attualmente sommelier presso il Colonna Pevero Hotel di Porto Cervo (OT), Miglior Sommelier della Toscana e Miglior Barman dell’anno AIBES nel 2009 oltre che finalista, nello stesso anno, al concorso Miglior Sommelier d’Italia – Claudia Bondi, titolare di Valdìa Srl, società di import e consulenza enogastronomica che collabora con il ristorante Ora d’Aria a Firenze, già vincitrice del Nebbiolo Master 2011 e seconda classificata nello stesso anno al Miglior Sommelier della Toscana e Rudy Travagli, sommelier al Ristorante Ossi di Seppia di Firenze e vincitore del Master del Sangiovese 2010.

Dopo quella toscana, la delegazione più numerosa che aspira al titolo è quella della Campania, che mette in campo 3 finalisti, seguita dal Veneto e dalla Valle d’Aosta con 2, dalla Liguria, dalla Lombardia, dall’Emilia Romagna e dall’Umbria con un finalista ciascuno.

Ufficio Stampa AIS Toscana

Marte Comunicazione snc di Marzia Morganti Tempestini

Tel 335 6130800 Email marzia.morganti@gmail.com

www.aistoscana.it – www.martecomunicazione.com

 Vini & company 

 

 

Share

San Martino caldarroste e novello – Modena (MO)

Venerdì 11 novembre 2011

Ristorante vecchia Modena
Montale
Modena (MO)

SERATA CON FABIO MORANDI!!!

PER PASSARE UNA SERATA INSIEME IN ALLEGRIA

SI BALLA!! SI CENA!! E ALLA FINE CALDARROSTE E VINO NOVELLO PER TUTTI!!!! VI ASPETTIAMO!!

PER PRENOTAZIONI 059530760/33578450

Vini & company

Share

La notte delle castagne e del novello – San Giorgio Jonico (TA)

Da venerdì 11a domenica 13 novembre a2011

Piacere di vino
San Giorgio Jonico (TA)

DALL’ANTIPASTO AL DESSERT
UN GUSTOSO ABBINAMENTO DI NOVELLO E CASTAGNE…
… A SOLI € 18,00 A PERSONA

PER INFO E PRENOTAZIONI
099-5900053

Vini & company

Share

Il Rosso incontra il bianco – Montecchia di Crosara (VR)

Venerdì 11 novembre 2011

Ristorante Tregnago
Via Campitelli, 1
Montecchia di Crosara (VR)

Prenotazioni: 393 3506400 – 338 2109454

Menù:

L’Antipasto : La Bruschetta di Pane Integrale e Uvetta con
Lardo di Soave e Castagne Glassate

Il Primo Piatto : Gli Gnocchi di Malga con Prosciutto di Soave
e Fonduta di Formaggio Monte Veronese

Il Secondo Piatto : Il Timballo di Zucca con Radicchio Rosso Glassato

Il Dolce : Il Tortino di Riso

Il Caffè

Prezzo € 25,00, incluso bevande

Vino Brut Soave, Soave classico, Soave Superiore e Recioto di Soave DOCG al calice di aziende socie della Strada del vino Soave

Vini & company

Share

Riflettori puntati sul trasimeno, l’enogastronomia del territorio va in onda sulle rete nazionali

le telecamere della vita in diretta con l'inviata camilla nata alla fattoria la pucciarella con gli operatori del territorio in occasione del tour sul trasimeno.jpgProgramma rurale per l’Umbria  2007 – 2013

MIS.3.1.3

L’Europa investe nelle zone rurali

Comunicato Stampa 8 novembre 2011

Vini dei Colli del Trasimeno, Zafferano, Fagiolina e pesce di lago in primo piano sulle rubriche televisive e della carta stampata più importanti

Riflettori puntati sull’enogastronomia del Trasimeno. Zafferano, Fagiolina, pesce di lago e soprattutto i grandi vini dei Colli del Trasimeno sono in questi giorni al centro dell’attenzione della più autorevole stampa di settore grazie all’importante impegno promozionale profuso dalla Strada del Vino Colli del Trasimeno nell’ambito del progetto europeo “L’Europa investe nelle zone rurali – Programma di Sviluppo Rurale per l’Umbria 2007 – 2013 Mis. 3.1.3” che si è concretizzato con un interessante workshop sabato 29 ottobre alle Cantine Pucciarella di Villa di Magione in cui la stampa nazionale ha potuto incontrare e conoscere da vicino gli operatori del settore incoming del territorio.

“Il ruolo della Strada del Vino Colli del Trasimeno nella promozione di questa zona è di primaria importanza – ribadisce il Presidente della Strada Palmiero Bruscia – anche perchè il vino è il miglior ambasciatore che un territorio possa scegliere. Invito coloro che non l’hanno mai fatto, a mettersi in viaggio sulla “Strada del Vino Colli del Trasimeno”, perchè tra le tele del Perugino, i castelli, le torri e le acque del Tevere, si possono incontrare insieme alle varie eccellenze gastronomiche del territorio non un solo vino ma tanti vini, alcuni conosciuti e altri meno ma tutti espressione di una eccellenza basata sul rispetto e il giusto equilibrio tra terra e intervento dell’uomo”.

Dopo la diretta di sabato 29 ottobre della trasmissione di RadioUno Rai “La terra: dal campo alla tavola” condotta in studio da Sandro Capitani supportato dall’inviato Massimo Cerofolini che ha intervistato il Presidente della Strada del Vino Colli del Trasimeno Palmiero Bruscia e il Presidente della Cooperativa Pescatori di San Feliciano Aurelio Cocchini, altre uscite si sono susseguite e altre arriveranno prossimamente.

Il primo gioiello del Trasimeno a brillare in ordine temporale è stato lo Zafferano di Città della Pieve, famoso anche come l’Oro Rosso – per l’alto valore economico dovuto a una lavorazione completamente manuale di elevatissime quantità di prodotto – andato in onda giovedì 2 novembre all’interno del contenitore pomeridiano di RaiUno “La Vita in diretta” condotto da Mara Venier e Marco Liorni, con un servizio realizzato dall’inviata Camilla Nata con il regista Sergio Borgogno. Il viaggio alla scoperta dell’oro rosso di Città della Pieve è iniziato con le immagini della raccolta nel campo raccontata dal Presidente del Consorzio dello Zafferanno Il Croco di Pietro Perugino Alessandro Mazzuoli per proseguire con la lavorazione degli stimmi e la preparazione degli Umbrichelli allo Zafferano con lo chef Vito Quarto. Ancora zafferano in primo piano nella rubrica del TG2 – diretto da Marcello Masi – Eat Parade, in onda ogni venerdì alle 13.45 su Rai Due a cura di Bruno Gambacorta.

I sapori del Trasimeno si troveranno per più di una puntata sotto i riflettori di TG2 Eat Parade, che dedicherà un servizio anche a un’altra produzione “di nicchia”, quantitativamente limitata, completamente manuale e biologica: la Fagiolina, raccontata dal produttore Flavio Orsini attraverso la battitura, la lavorazione e l’utilizzo nella cucina locale, in piatti suggeriti e preparati dallo chef Salvatore De Iaco di fronte alle telecamere dei giornalisti inviati Andrea Martino e Antonio Calabrese.

La cucina del Lago, la pescaturismo e gli angoli più suggestivi e sconosciuti come la Rocca di Passignano e l’Isola Polvese con il suo antico convento e il vecchio frantoio si sono alternati invece alle immagini degli affreschi del Perugino e della Cantina della Corgna nel servizio andato in onda lunedì 7 novembre nel corso della rubrica del TG2 Si Viaggiare, curata da Mauro Lozzi con Bruna Fattenotte inviata sul territorio.

Data ancora da definire per l’uscita sulle tipicità del territorio e le interviste ai soggetti istituzionali nella rubrica di Sky 905 Sapere i Sapori, curata da Daniel della Seta con le riprese di Donatello Conti.

Spostandoci dalla televisione alla carta stampata, i pesci del Trasimeno sono già sulle pagine del quotidiano enogastronomico on line più conosciuto, Italia a Tavola, raccontato dalle foto e dall’appassionato racconto di Mariella Morosi, mentre le videointerviste ai sindaci di Città della Pieve, Magione e Castiglione del Lago, insieme a quelle al Presidente della Strada del Vino Colli del Trasimeno e al direttore artistico della rassegna “Bianco Rosso & Blues” Gianluca di Maggio sono visionabili al sito del quotidiano Fatti Italiani, nella rubrica “Primi cittadini” curata da Giovanni Zambito.

Di prossima uscita anche un’interessante servizio sullo Zafferano tra le pagine del Venerdì di Repubblica firmato da Emanuele Coen e sul numero di dicembre della rivista Origine, a firma di Alessandro Maurilli.

Ufficio Stampa

Marte Comunicazione snc di Marzia Morganti Tempestini & C.

cell. 3356130800, e-mail: marzia.morganti@gmail.com

Vini & company

Share

Un’ottima annata – Mesagne (BR)

Giovedì 10 novembre 2011

Gli amici dell’enoteca Wine Shop di Mesagne, con uno sforzo veramente encomiabile, si presentano al grande pubblico di enoappassionati con una proposta eccezionale di vini, gastronomia e musica. Gli abbinamenti cibo/vino sono sperimentali e intriganti, ma tre delle migliori cantine salentine (Feudi di Guagnano, Cantele e Paolo Leo) sono ben disponibili alla sfida.

Il prezzo proposto per la serata (aperitivo, 3 primi, 3 secondi, formaggi, dolce, musica) è di quelli che fa trasalire: 15 EURO ! Evento da non perdere a tutti i costi !!!

Frantoio ipogeo
via Santa Cesarea Eugenio
Mesagne (BR)

Vini & company

Share

Il tappo ti fa bella

Da venerdì 4 novembre  a mercoledì 4 gennaio 2012

Diamo il via alla divertente campagna “Il tappo ti fa bella”.
I Balzini, da sempre attenti alla salvaguardia dell’ambiente hanno deciso di riciclare in bellezza. Ecco che i nostri tappi usati diventano dei veri e propri gioielli; orecchini, ciondoli e portachiavi ideati dalla fantasia creativa di Diana D’Isanto.
Per avere uno di questi straordinari monili è facilissimo:

Spedite 2 tappi di sughero “I Balzini” all’indirizzo I Balzini “Società Agricola s.a.s. Loc. Pastine 19, 50021 Barberino Val D’Elsa (FI)”, scrivendoci il vostro recapito. Noi ci impegneremo nel creare una coppia di orecchini “eco-sostenibili” o 2 ciondoli/portachiavi, che verranno recapitati a casa vostra.

“Il tappo ti fa bella” Una semplice iniziativa per far bene all’ambiente e a noi stessi!

Vini & company

Share

Con tutte quelle bollicine – Mirandola (MO)

Mercoledì 9 novembre 2011
   
“Con tutte quelle bollicine……Vi apettiamo Mercoledì 9 novembre al Caffè del Teatro per un Aperitivo con gli Spumanti metodo classico Francesco Bellei….in abbinamento a finger food e tapas di pesce e salumi…..”

Caffè del teatro
Piazza Costituente, 15
Mirandola (MO)
tel 0535 21043

Vini & company

Share

C’entro in cantina Modena (MO)

Dal 9 al 30 novembre 2011

Nel centro storico a Novembre il Mercoledì è cultura e piacere del vino!

9 novembre: vini emiliani
13 novembre: vini del nord
23 novembre: vini del sud
30 novembre: bollicine
dalle 18.00 alle 23.00

Scopri nei locali del centro storico le serate a tema per conoscere il vino di qualità e gustarlo responsabilmente*,dall’aperitivo alla cena, con abbinamenti gastronomici golosi e insoliti.

Condividi gli assaggi con i tuoi amici!
Ritira il kit con calice e 3 coupon degustazione (costo tot. € 10,00) presso i locali aderenti e parti per un viaggio al c entro del gusto.

per ulteriori info: www.modenamoremio.it

Vini & company

Share

ALF un bicchiere ispirato dal lambrusco – Modena (MO)

Venerdì 11 novembre 2011

Verrà presentato ALF, il primo brevetto dell’artista modenese Fabrizio Loschi.
ALF è un bicchiere ispirato dal lambrusco, dalla territorialità modenese e dalla storia familiare dell’artista.
ALF è in sintonia con i principi del green design e sovverte le modalità della produzione seriale passando da oggetto industriale a manufatto artigianale. Ogni bicchiere è un pezzo unico.
ALF è frutto di un concept design che sottolinea la necessità contemporanea di tornare al dato di unicità di un artigianato sostenibile ed evocativo.
Il brevetto del bicchiere è stato curato dalla Brunacci & Partners di Modena mentre la realizzazione è opera dell’azienda veronese Isaac Glass.

Alla serata sarà presente l’Artista…

Bensone Boutique Creativa
in Corso Canalchiaro 138/
Modena (MO)

Vini & company

Share

Alla ricerca del benessere tra natura e vino in una cornice cinquecentesca – Marte comunicazioni

CENTRO BENESSERE CINELLI.JPGAlla ricerca del benessere tra natura e vino, nella cornice cinquecentesca della Fattoria del Colle di Trequanda
Un’intera giornata o un week end di benessere da trascorrere in Toscana, nella campagna più bella del mondo, per rigenerarsi visitando un’antica fattoria, degustando i grandi vini rossi Toscani e assaggiando l’olio Extravergine di Oliva con le ricette autunnali.

Relax, buon vino e un panorama mozzafiato: ecco gli ingredienti che la Fattoria del Colle di Trequanda mette in tavola nei pacchetti benessere a disposizione dei clienti che sceglieranno le dolci colline senesi per rigenerarsi o semplicemente per scoprire un angolo di Toscana da una prospettiva diversa, quella del turismo enogastronomico impreziosito da una manciata di coccole al corpo e all’anima che il centro “Wellness con vista sulle colline di Trequanda” riserva a chiunque lo sceglierà per trascorrere uno, due o tre giorni all’insegna del relax, della natura e dei grandi vini rossi toscani.

Il primo pacchetto benessere proposto dalla Fattoria del Colle di Trequanda è l’ideale per il turista mordi e fuggi che ha voglia di trascorrere una giornata in tranquillità: al prezzo individuale di 65€, un percorso benessere di due ore nel centro realizzato nel retro della villa cinquecentesca davanti a un panorama mozzafiato, con un design raffinato e moderno contaminato da disegni ottocenteschi che richiamano i bagni turchi e le odalische dipinti da Ingres. Prima di accedere al centro benessere attrezzato con bagno turco, sauna, stanza relax, doccia emozionale, percorso Kneipp e vasca idromassaggio, a ogni ospite verranno consegnati due calici e una bottiglia di Rosso di Montalcino per brindare di fronte al panorama delle Crete Senesi. Dopo le coccole all’anima, tocca a quelle al palato, con il pranzo all’Osteria di Donatella a base di antichi piatti toscani e vini del territorio, prima di ripartire e concedersi una visita guidata della villa e della cantina di Donatella Cinelli Colombini dove saranno offerti in degustazione i vini Doc Orcia e Chianti Superiore Docg insieme a un assaggio di olio extravergine di produzione propria.

Più ricco il programma per gli ospiti che sceglieranno il pacchetto da 2 giorni e una notte al costo di 134€ a testa. Per loro, Donatella Cinelli Colombini ha pensato a due giorni di assoluto relax preceduto da una visita guidata della villa con la sala degli stemmi, la cucina con camino monumentale, la camera del Granduca di Toscana e la cappella cinquecentesca, prima di trasferirsi nella cantina storica per una degustazione in attesa della suggestiva cena a lume di candela a base di prodotti tipici locali. L’area wellness si apre la domenica mattina, per ricominciare la settimana col pieno di energia dopo l’invitante colazione a base di salumi, formaggi, frittate, pinzimoni e torte fatte in casa.

Programma da buongustai più che da cacciatori di relax, quello studiato per i soggiorni di 3 giorni e 2 notti. Il week end – proposto al prezzo di 225€ a persona – inizia il venerdì sera con un aperitivo di Benvenuto e una cena degustazione a lume di candela con piatti tipici della tradizione trequandina come i maltagliati al ragù bianco di anatra e la tagliata all’uso della Valdichiana. Sabato mattina dedicato al relax nel centro benessere con vista sui colli senesi in compagnia di un rosso d’autore come il Brunello di Montalcino, offerto agli ospiti che potranno in questo modo soddisfare tutti e cinque i sensi mentre lo spirito si ritempra sotto le bollicine dell’idromassaggio. Dopo il light lunch offerto all’Osteria di Donatella e innaffiato con un Rosa di Tetto IGT, chi lo vorrà potrà trasferirsi – con mezzi propri – alla cantina Casato Prime Donne a Montalcino dove potrà prendere parte a una visita guidata seguita dall’assaggio direttamente dalla botte di un futuro Brunello. Per gli amanti del trekking, ci sarà il tempo anche per avventurarsi alla scoperta dei sentieri che si nascondono tra i vigneti o per scoprire l’identità storica di Montalcino – con visite alla fortezza trecentesca o all’Abbazia romanica di Sant’Antimo – e dei borghi circostanti come Pienza, San Quirico d’Orcia, Bagno Vignoni, Montepulciano o Cortona.

Per maggiori informazioni e foto
Alessia Bianchi
Fattorie di Donatella Cinelli Colombini
Fattoria del Colle Trequanda, Casato Prime Donne Montalcino
+39 0577 662108 pr@cinellicolombini.it
Addetto stampa
Marzia Morganti Tempestini
Tel 3356130800 marzia.morganti@gmail.com

Share

Vendemmia 2011 – Marte Comunicazioni

vendemmia.jpgConsorzio Aceto Balsamico di Modena

Comunicato Stampa 7 novembre 2011

Lo scarso raccolto di uve colpisce duramente il settore dell’aceto balsamico di modena

Il Consorzio segnala difficoltà di approvvigionamento per gli operatori, e prezzi in forte aumento

La vendemmia 2011, che in termini di qualità si è posta su livelli buoni ma tutt’altro che eccezionali, sotto al profilo delle quantità ha invece presentato aspetti preoccupanti: come diffuso da Assoenologi, si è trattato della vendemmia più scarsa degli ultimi 60 anni, con una riduzione di oltre il 15% nei volumi. Per ritrovare un quantitativo simile infatti occorre risalire al 1948, quando la produzione di vino fu di 40,8 milioni di ettolitri.

Risultati deludenti, in parte dovuti alle condizioni climatiche e alla ondata di caldo eccezionale subita nei mesi estivi, in parte riconducibili alle variazioni strutturali introdotte nel settore, con misure quali l’estirpazione dei vigneti e la cosiddetta ‘vendemmia verde’ che premia la distruzione dei grappoli acerbi prima dell’estate, quando ancora non si conoscono gli sviluppi meteorologici e quindi non si può predire se la quantità finale sarà sufficiente a coprire la domanda, e garantire stabili condizioni di mercato.

La situazione appare particolarmente difficile per alcuni settori che si occupano della trasformazione dei prodotti vinici, in particolare l’Aceto Balsamico di Modena. Tale prodotto, che ha vissuto decenni di sviluppo quantitativo a causa di una elevata domanda di mercato, soprattutto dall’estero, basa la propria composizione sul mosto d’uva e sull’aceto di vino, che vengono ‘sottratti’ al mercato generale del vino.

“Normalmente rappresentiamo una buona via di uscita per i vinificatori – afferma il Responsabile Tecnico del Consorzio Aceto Balsamico di Modena, Giorgio Bentivogli – che possono collocare tra i nostri produttori i surplus produttivi. Tuttavia quest’anno la vendemmia ridottissima, la situazione di cantine vuote dovuta anche alla elevata richiesta di vino da parte dei produttori di alcole, e la tendenza a fare stock di vino per cautelarsi da una eventuale, nuova vendemmia negativa nel 2012 fa sì che i mosti e gli aceti stiano subendo una inattesa, elevata impennata nei prezzi”.

“Si registrano aumenti per il mosto d’uva che vanno dal 30 fino al 50%, e per l’aceto di vino intorno al 40%: ciò determinerà un riflesso a breve termine sui prezzi di vendita dell’Aceto Balsamico di Modena, proprio in un momento in cui la congiuntura economica aveva già ridotto i margini degli operatori, che oggi quindi non dispongono di ‘ammortizzatori’ con i quali assorbire parzialmente gli aumenti”

Il Consorzio non è tanto preoccupato degli effetti sui consumi del prodotto, in quanto ritiene che il livello di prezzo al dettaglio di una bottiglia di Aceto Balsamico di Modena IGP sia sufficientemente ridotto da non influenzare la frequenza di acquisto (si parla di circa 5 euro/litro per le qualità correnti), quanto di una impossibilità degli operatori a far fronte alle esigenze, per la mancanza di materie prime reperibili sul mercato.

Ufficio Stampa Consorzio Aceto Balsamico di Modena
Marte Comunicazione snc di Marzia Morganti Tempestini & C.
Tel. 335 6130800 Email: marzia.morganti@gmail.com
www.consorziobalsamico.it – www.martecomunicazione.com

Share