Ciambelle dolci all’Aglianico – Rafano e cannella

Ciambelle-aglianico1.jpgCiambelle dolci all’Aglianico: un piccolo peccato di gola a cui non saprete resistere, con quel gusto inconfondibile del pregiato vino. L’Aglianico ha origini antiche: pare che sia stato introdotto nel sud italia dai greci tra il VII-VI secolo a.C. A testimonianza dell’antichità di questo vino, ci sono i resti di un torchio dell’età romana ritrovati nella zona di Rionero in Vulture. L’origine del nome “Aglianico” è incerta: alcuni sostengono che sia ispirato alla città lucana di Elea (Eleanico), altri sostengono che si tratti di una storpiatura della parola ellenico. Che l’origine sia stata una o l’altra, il nome fu cambiato nell’attuale Aglianico durante la dominazione aragonese nel corso del XV secolo, a causa della doppia ‘l’ pronunciata ‘gl’ nell’uso fonetico spagnolo.

 

Ingredienti

500 gr di farina

350 gr di zucchero 

200 gr di vino rosso (Aglianico)

200 gr di olio d’oliva

2 cucchiaini rasi di Pan degli angeli 

Preparazione

In una ciotola, mettete la farina setacciata con il lievito; aggiungete 250 g di zucchero, l’olio e infine il vino.

Amalgamate bene fino a quando il composto non risulterà omogeneo e compatto.

Dividete l’impasto in 3-4 pezzi e allungate ognuno con le mani, formando un lungo cilindro dello spessore di 1 cm; tagliate dei pezzi lunghi 9-10cm, passateli nello zucchero e formate le ciambelle.

Infornate a 190° per 25 minuti.

 

Rafano e cannella

http://blog.giallozafferano.it/rafanoecannella

 
Ciambelle dolci all’Aglianico – Rafano e cannellaultima modifica: 2013-10-18T11:34:00+02:00da vinipassione1
Reposta per primo quest’articolo
Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.