Vino rosè di Villa Pillo per le cene della legalità

Vino rosè di Villa Pillo

Vino rosè di Villa Pillo

Vino rosè di Villa Pillo per le cene della legalità

È con il rosé dell’azienda che Villa Pillo intende accompagnare questo meraviglioso viaggio de “Le Cene della Legalità”, proponendo questa bottiglia con etichetta che raffigura il Logo creato dallo chef Filippo Cogliandro nel 2012 che  evoca l’immagine della piovra in un cucchiaio, emblematica immagine della cucina che combatte la mafia, la lezione che anche con la tavola si può dare un contributo per la legalità.
L’azienda della Cantina Villa Pillo (le cui origini risalgono addirittura al Medioevo, come testimoniano documenti tramandati nei secoli), è situata per la maggior parte nel Comune di Gambassi Terme ed ha un’estensione di circa 500 ettari, con più di 50 ettari di vigneti, per lo più coltivati a Sangiovese e vitigni internazionali quali Merlot, Cabernet Franc e Syrah.
L’ultimo nato della produzione di Villa Pillo è questo Rosé, composto da un mix di due diversi uvaggi, così suddivisi: 50% Sangiovese e 50% Merlot.
Particolarmente indicato per il periodo estivo, grazie alla sua freschezza. Il suo colore è di un rosato brillante con riflessi violacei. Al naso è intenso con aromi floreali
e di frutti rossi, mentre al palato è leggero, sapido, non troppo complesso e fresco da bere.
Questo vino sviluppa una gradazione alcolica di soli 11% vol., che lo rende particolarmente gradito ai giovani e alle donne. La bottiglia di Villa Pillo dall’ immediato impatto visivo che rende il prodotto ideale per celebrare feste e ricorrenze. È un vino di facile approccio che si sposa egregiamente sia come aperitivo, sia per accompagnare elegantemente un pasto completo, soprattutto con portate di pesce.
Il rosé di Villa Pillo ha origine da uve coltivate sulle colline della Val d’Elsa, area di grande tradizione enologica. La vendemmia viene effettuata separatamente per ciascun vitigno, così come la fermentazione successiva in vasche di cemento, con temperatura da 26° a 33° (con 4 rimontaggi al giorno, per circa 20 giorni); a fermentazione completata (circa a fine Novembre) si esegue l’assemblaggio finale, prima dell’affinamento in bottiglia.
Il vino che ne deriva possiede il carattere fresco e fragrante delle uve di origine, un’alcolicità limitata e una piacevole dolce sensazione gustativa.
Villa Pillo ha aderito con entusiasmo alla proposta del Lions Club Pistoia, infatti è importante la personalizzazione del vino della Cantina Villa Pillo  per “La Cena della Legalità” a Pistoia anno della Cultura 2017, un appuntamento per celebrare il centenario della nascita dei Lions Club nel mondo – anno 1917 anno 2017, 100 anni dei Lions di tutto il mondo che hanno cambiato le vite delle persone tramite servizi umanitari – ponendo come obiettivo quello di ribadire la volontà di uno straordinario impegno civile da parte del mondo  dell’associazionismo  Lions al fianco di quanti si spendono quotidianamente per l’affermazione della cultura della legalità e della giustizia sociale.

www.villapillo.com

Share

Cos’è il vermout – Gabriele Bacciottini – Italiana Sommelier

Il vermout è un vino speciale nato nel 1786 nella cità di Carpano di Torino.

Viene prodotto aggiungendo ad un vino bianco dal gusto neutro: alcool zucchero e vari tipi di erbe
Tra cui:
Erbe Amare: Centaurea e Cardo Santo,
Erbe Aromatiche: Timo e Maggiorana
Erbe Amaro Aromatiche: Frà cui l’essenzio che in tedesco prende proprio il nome di Wermut .
Oltre a queste vengono aggiunte alcune droghe: China, Rabarbaro, Cannella, Coriandolo, Arancio Amaro ecc.
Particolarità, per ottenere il colore scuro del vermouth viene aggiunto del caramello.

Italiana Sommelier

Share

Il Vino dei Poeti Bolgheri Rosso Doc Distilleria Bottega

Bolgheri.jpgNel 2013 Silver Medal  (Medaglia d’argento) al Gran Premio Internazionale del Vino MUNDUSvini 2013

Il Vino dei Poeti Bolgheri Rosso Doc è un vino di colore rosso rubino intenso con riflessi granata, che ha origine da una selezione di uve di Cabernet, Syrah e Sangiovese. Vinoso, armonico, salino e strutturato, si caratterizza per le note balsamiche di piccoli frutti a bacca rossa e di prugna e per i sentori minerali e speziati. Le uve hanno origine da vigneti esposti nord-sud, posti a 200-400 metri slm e caratterizzati da terreni sabbiosi, argillosi, con elevato scheletro, alcalini e ricchi di metalli. Il processo di vinificazione prevede la macerazione sulle bucce per più di 20 giorni. In questo periodo il mosto fermenta lentamente a una temperatura di 24-26°C. L’estrazione polifenolica viene favorita da un costante rimescolamento delle bucce con il mosto. Il vino viene infine lasciato maturare in botti e barrique per un periodo didue anni, di cui 18 mesi in botti di rovere.

Il Gran Premio Internazionale del Vino MUNDUSvini

Contatti: Giovanni Savio – Distilleria Bottega Srl. – Tel. 0438-406801

Share

Vino Manzoni bianco IGT – Cantina Borga – Vigna Nera

1966713_297346330416433_1641223594_nVino Manzoni bianco IGT – Cantina Borga

Questo vino è prodotto da BORGA.
Nel 1940 Antonio Borga dava vita a un’azienda che nel tempo si sarebbe ampliata e consolidata. La passione di Antonio per la vinificazione e la vendita del vino e stata poi seguita anche dai tre figli: Ilario, Giuseppe e Tarcisio. Nel 1960 i “Fratelli Borga” (che e stato poi conosciuto come marchio dell’azienda) proseguirono ad operare, dapprima incentivando l’impianto di nuovi vigneti e poi potenziando con tecnologie innovative la vinificazione e la vendita del prodotto finito. Con il passare degli anni l’azienda si e ingrandita, specializzandosi nel settore e diventando tra le piu conosciute del territorio. Oggi, a distanza di oltre 40 anni, i Fratelli Borga lavorano circa 30 ettari di vigneto e possono offrire alla loro clientela una vasta proposta di vini tipici rossi e bianchi D.O.C. Piave e I.G.T. Veneto.

CARATTERISTICHE

GRADAZIONE ALCOLICA:
12,0%

TEMPERATURA DI SERVIZIO:
Servire a 10-12°C.

FORMATO:
750 ML

CARATTERISTICHE ORGANOLETTICHE

Il Manzoni Bianco Borga è un vino di gran corpo e splendido equilibrio. Le sue sfumature aromatiche ricordano i fiori di campo. Questo vino pieno e rotondo al palato è sicuramente una delle eccellenze vinicole della zona di Treviso.

ABBINAMENTO/ACCOSTAMENTO CON I CIBI
Questo vino si sposa perfettamente con primi piatti e in particolare con creme, vellutate, sformati di verdure e di pesce. Ideale anche per un fuori pasto.

ARRIVERA’ SUBITO A CASA VOSTRA CON UN SEMPLICE CLICK QUI:
http://www.ebay.it/itm/6-BOTTIGLIE-VINO-MANZONI-BIANCO-IGT-CANTINA-BORGA-/261150618710?pt=Vini&hash=item3ccdca3456&_uhb=1

Share

Il Padrone delle Vigne – Vinoteca Perugia San Sisto

padrone.jpgIl Padrone delle Vigne 

Tabarrini (Italia)

(Umbria)

Uve: Sangiovese (65%), Cabernet Sauvignon, Merlot (25%), Sagrantino (10%)

 

 

Alla vista si presenta con un colore rosso rubino brillante e sfumature di rosso rubino, abbastanza trasparente.

Al naso denota aromi intensi, puliti e gradevoli che si aprono con note di amarena, mirtillo e lampone seguite da aromi di melograno, ciclamino e prugna.

In bocca ha buona corrispondenza con il naso, un attacco leggermente tannico e piacevole freschezza, comunque equilibrato, piacevole.

Il finale è persistente con ricordi di amarena, prugna e lampone.

Questo vino matura per almeno 1 mese in botte e per almeno 3 mesi in vasche d’acciaio. 

Alcol: 14%

Abbinamento: Affettati, Pasta con carne, Carne saltata con  funghi

Vinoteca Perugia San Sisto 

San Sisto 57

San Sisto

Perugia (PG)

Share

Vino Malbech IGT – Cantina Borga – Vigna Nera

malbecjhVino Malbech IGT – Cantina Borga
Questo vino è prodotto da BORGA.
Nel 1940 Antonio Borga dava vita a un’azienda che nel tempo si sarebbe ampliata e consolidata. La passione di Antonio per la vinificazione e la vendita del vino e stata poi seguita anche dai tre figli: Ilario, Giuseppe e Tarcisio. Nel 1960 i “Fratelli Borga” (che e stato poi conosciuto come marchio dell’azienda) proseguirono ad operare, dapprima incentivando l’impianto di nuovi vigneti e poi potenziando con tecnologie innovative la vinificazione e la vendita del prodotto finito. Con il passare degli anni l’azienda si e ingrandita, specializzandosi nel settore e diventando tra le piu conosciute del territorio. Oggi, a distanza di oltre 40 anni, i Fratelli Borga lavorano circa 30 ettari di vigneto e possono offrire alla loro clientela una vasta proposta di vini tipici rossi e bianchi D.O.C. Piave e I.G.T. Veneto.

CARATTERISTICHE
DENOMINAZIONE:
MALBECH VENETO INDICAZIONE GEOGRAFICA TIPICA

GRADAZIONE ALCOLICA:
12,0%

TEMPERATURA DI SERVIZIO:
Servire a 16-18°C.

FORMATO:
750 ML

CARATTERISTICHE ORGANOLETTICHE
Di colore rosso rubino carico, il Malbech Borga è un vino che al naso ricorda il profumo di lampone mentre in bocca lascia un sapore erbaceo e di sottobosco.

ABBINAMENTO/ACCOSTAMENTO CON I CIBI

Questo vino si sposa perfettamente con salumi e carni bianche di cortile.

ARRIVERA’ SUBITO A CASA VOSTRA CON UN SEMPLICE CLICK QUI:
http://www.ebay.it/itm/6-BOTTIGLIE-VINO-ROSSO-MALBECH-IGT-CANTINA-BORGA-/251208856390?pt=Vini&hash=item3a7d36f346&_uhb=1

Share

Canaiolo chinato- Suggerito da Cristina

DSCF0123(1)Canaiolo chinato- Suggerito da Cristina

Sul filo dell’equilibrio dolce-amaro, nasce il primo “Canaiolo chinato”
Dopo anni di sperimentazioni, debutta il vino aromatizzato dell’azienda agricola Tiberio,
che unisce la struttura del vitigno toscano a bacca rossa con diverse erbe officinali

 

Firenze, 26 luglio 2013

Replicare in terra di Toscana la magia che ha dato origine al “Barolo chinato”, realizzando un prodotto di qualità e ben lontano dalle pure logiche commerciali. L’idea è arrivata qualche anno fa, e subito sono partite le sperimentazioni in cantina: adesso Enzo Nocentini, titolare dell’azienda agricola Tiberio di Terranuova Bracciolini (Arezzo) può finalmente presentare il suo Canaiolo Chinato, l’ultimo arrivato di una “scuderia” che – forte di una storia familiare di cinque generazioni – conta anche una Malvasia Nera e un Canaiolo in purezza e la vinificazione col governo all’uso toscano.

 

Il Canaiolo Chinato fonde con armonia la struttura del canaiolo con le erbe officinali, stomatiche e digestive, più gli aromi della corteccia di China: si tratta di un vino nobile da meditazione, ideale per aperitivo e digestivo, liscio oppure scaldato con una scorza di arancio, ottimo per accompagnare le migliori delizie di pasticceria.

Per info:
www.tiberiowine.com
info@tiberiowine.com
Enzo Nocentini – 338.4604806

Share

Orosso Sangiovese vinificato in purezza – Suggerito da Cristina

OROSSO 2Orosso Sangiovese vinificato in purezza – Suggerito da Cristina

Annata: 2011
Denominazione: IGT

Uve: Sangiovese

Zona di produzione: Suvereto (LI)

Alla vista: colore rosso rubino

Al naso: profumo ampio di frutti rossi maturi

Al palato: sapore morbido, giustamente tannico

Tecnica di produzione: raccolta manuale in cassette forate, fermentazione separata delle uve di ogni singola varietà a 28/30°, macerazione di 15 giorni sulle bucce e successiva separazione del vino fiore dal pressato; maturazione in vasche di acciaio ed un affinamento in botti di rovere di secondo passaggio per 12 mesi

Share

Il Vino dei Poeti Brunello di Montalcino Docg – Distilleria Bottega

Brunello di Montalcino.jpgNel 2013 Gold Medal (Medaglia d’oro) al Gran Premio Internazionale del Vino MUNDUSvini 2013

Il Vino dei Poeti Brunello di Montalcino Docg è vino dalla personalità robusta, che si caratterizza immediatamente per l’intenso colore rosso rubino ravvivato dagli inconfondibili riflessi granata. Il bouquet intenso e persistente con sentori di frutti a bacca rossa, introduce un sapore asciutto, rotondo e strutturato. Il retrogusto persistente con sentori di legno ne completa il profilo. Questo vino si sposa bene con piatti importanti a base di carni rosse come: brasati, stufati, stracotti, così come con salumi e affettati.

 

Contatti: Giovanni Savio – Distilleria Bottega Srl. – Tel. 0438-406801

Share

Miglior vino bianco “Friulano 2012” delle Tenute Tomasella val concorso ”Gusto Cortina”.

TTT.jpgRicevere un premio è sempre un’importante gratificazione per il lavoro svolto, ma alcuni premi danno una soddisfazione particolare e questo è il caso del riconoscimento come miglior vino bianco che il “Friulano 2012” delle Tenute Tomasella ha ricevuto al concorso ”Gusto Cortina”.

Sarà per l’affascinante contesto delle tavole ampezzane, sarà perché la giuria ha degustato “alla cieca” i vini in concorso, o per il prestigio dei giurati Ian D’Agata (Guida ai migliori vini d’Italia), Alessandro Scorsone (Sommelier docente per l’Associazione Italiana Sommelier), Fausto Arrighi (Direttore della Guida Michelin fino allo scorso anno) e Egle Pagano (Giornalista), fatto sta che questo riconoscimento riempie di orgoglio le Tenute Tomasella ed arriva a coronamento di un percorso di ricerca della qualità, di eleganza e raffinatezza, iniziato 10 anni fa e che ha portato il nostro Friulano a livelli di eccellenza che vi invitiamo a degustare. 

 Tenute Tomasella

TENUTE TOMASELLA
Via Rigole, 103 – 31040 Mansuè (TV)
Tel. +39.0422.850043 Fax +39.0422.850962
cantina@tomasella.it www.tenute-tomasella.it

Share

Bottega Gold – Cristina

Bottega Gold è un Prosecco Doc che si caratterizza per l’eccezionale carica aromatica. Questo vino spumante Brut nasce da una particolare selezione di uve raccolte nella zona doc della provincia di Treviso.. 
In quest’area particolarmente vocata alla coltivazione della vite il terreno garantisce un’elevata concentrazione di sali minerali. La forte escursione termica tra il giorno e la notte agevola la graduale maturazione delle uve. Ne consegue un arricchimento degli aromi fruttati che richiamano profumati sentori di mela Golden, pera e frutta esotica.
Bottega Gold è un perfetto aperitivo e si presta alla preparazione di gustosi cocktail (Bellini, Rossini). È inoltre uno spumante da tutto pasto: dagli antipasti, ai primi piatti di qualsiasi tipo e a secondi di pesce.
La doratura della bottiglia, al di là dell’impatto estetico, ha la funzione di proteggere il vino da qualsiasi fonte di luce, mantenendo inalterate per oltre 12 mesi le caratteristiche organolettiche del Prosecco.
Il packaging è completato dalla particolare etichetta, la cui forma richiama la spuma del vino appena stappato. Il Vino dei Poeti Gold viene distribuito nei duty free e nelle migliori enoteche.  

Contatti: Giovanni Savio – Ufficio Stampa – Bottega S.p.A. – Tel. 0438-406801

Share

Amarone Bottega il vino Pret-a Porte 90 punti di rating su Wine Enthusiast – Cristina

Amarone Pret-a-Porter 2006.jpgWine Enthusiat, la prestigiosa rivista americana, dedicata al mondo del vino, ha pubblicato sull’edizione del Novembre 2012 i rating delle ultime degustazioni. Tra i vini segnalati ha trovato spazio Amarone Bottega Il Vino Prêt-à-Porter, che ha conseguito un lusinghiero punteggio di 90/100. Si tratta di un Amarone della Valpolicella Classico Riserva Doc, annata 2006, che ha conseguito un pieno apprezzamento da parte della redazione.
Questo il commento che ha accompagnato il giudizio: “L’etichetta e l’astuccio in ecopelle caratterizzano il packaging di questo Amarone. Il vino al suo interno è molto intrigante e si caratterizza per le spiccate note di frutta e ciliegia, arricchite da morbidi sentori di tabacco e spezie. Il finale è lungo e setoso.”
Un punteggio compreso tra 90/100 e 93/100 viene definito in questo modo dal magazine americano: “Questa è considerata un eccellente categoria per Wine Enthusiast ed è altamente raccomandata dalla rivista”.
Aggiungiamo che Amarone Bottega Il Vino Pret-a-Porter è il risultato concreto dell’impegno enologico della Distilleria Bottega. La vendemmia selezionata, l’appassimento sui graticci e l’affinamento in piccole botti di rovere ne fanno un vino da meditazione o da abbinare ai grandi formaggi e alle carni rosse. Va servito a una temperatura di 18/20° C.
Questo rosso importante che vanta un pedigree di razza è uno dei fiori all’occhiello della gamma Cantina dei Poeti Bottega. Questo marchio comprende gli spumanti Il Vino dei Poeti (Prosecco Doc, Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore Docg, Rosè di Pinot Nero e Raboso, Cuvée di Chardonnay e Sauvignon) e gli spumanti “glamour” (Bottega Gold, Bottega Diamond), oltre a Petalo Moscato Il Vino dell’Amore, Acino d’Oro Chianti Classico, Ripasso, Recioto e Brunello di Montalcino.
 

Approfondimento
Amarone Prêt-à-Porter. L’Amarone è senza dubbio il vino più pregiato dell’Italia Nordorientale e, insieme al Barolo e al Brunello di Montalcino, rappresenta la massima espressione dell’enologia italiana. Largamente apprezzato anche al di fuori dei confini nazionali, è diventato un simbolo del “savoir vivre”. Unendo il mondo del vino e della moda, la stilista americana Denise Focil, artefice della collezione Alpinestars by Denise Focil, ha creato per Distilleria Bottega una bottiglia fashion di immediato impatto. Il connubio tra vetro e pelle ha dato origine a un oggetto dal fascino raffinato e trasgressivo. La tradizionale bottiglia è stata infatti arricchita da un’etichetta stampata su di un rettangolo di ecopelle chiara, incorniciato da una serie di borchie metalliche. La stilista ha inoltre ideato un astuccio a misura di bottiglia: anch’esso in ecopelle, è dotato di una tracolla per “trasportare” con classe e femminilità il pregiato contenuto. Da qui la denominazione “Il Vino Prét-à-Porter”, che occhieggia al mondo della moda ed esalta una presentazione del tutto inedita.

Contatti: Giovanni Savio – Distilleria Bottega srl – Tel. 0438 406801

Share

Cusumano 700 s.l.m: la freschezza spira da Nord Est – Ufficio stampa Burson Marsteller

bottiglia brut def da Antonio 13 03 13 (2).jpgNasce in montagna il primo spumante dell’azienda siciliana

Nasce dalla montagna e dall’amore per la terra: è 700 s.l.m., è il primo brut prodotto da Cusumano, uno dei pochi spumanti siciliani, l’unico nato da viti coltivate sui pendii di una montagna siciliana.
Il progetto di 700 s.l.m. non è nato all’improvviso ma è frutto di grandi discussioni attorno a una tavola, come  tutte le decisioni che vengono prese in azienda, in famiglia.
Mario Ronco, l’enologo piemontese che con i fratelli Alberto e Diego scrive la storia della casa vinicola, racconta il momento in cui l’idea, a  lungo discussa, prese forma e concretezza “(…)Nella perlustrazione dei terreni identificammo aree con presenza visibile di sabbia, a quel punto , quasi all’unisono, sorse l’idea di uno champenois, con le viti esposte a Nord, per acquistare ancora maggiore freschezza.(…)
L’avventura dello spumante inizia allora, nell’istante in cui il clima fresco di Ficuzza, una mattina di settembre di 3 anni fa, si insinua nelle menti creative dei Cusumano.lberto, il maggiore dei fratelli che hanno creato l’azienda, così ricorda quei momenti: “Personalmente non ero d’accordo , (…) troppo l’impegno che si deve mettere per produrre uno champenois .

Dal punto di vista tecnico produttivo sarebbe stata una sfida molto faticosa  (…)Tuttavia, quando, per  la prima volta, abbiamo assaggiato 700 in fase sperimentale
mi sono emozionato davvero, mi sono inchinato nuovamente a questa terra, alla sua forza e versatilità. Se il  territorio di Ficuzza  avesse un volto credo che  700  potrebbe  rappresentarlo  pienamente.”

Il prodotto

Il brut 700 s.l.m. è composto, in prevalenza,  da  uve pinot nero e da chardonnay,  coltivate a 700 mt. slm. Le uve sono raccolte in cassetta e pressate intere. Si utilizza solo il primo mosto fiore per evitare tannini e conservare l’acidità. Gli stadi di defecazione statica e fermentazione sono  a bassa temperatura.
Dopo circa 5 mesi sulle fecce fini, avvengono filtrazione e tiraggio,  quindi la rifermentazione in bottiglia a 13°.
Le bottiglie riposano in cantina per 24 mesi dopo i quali viene fatta  la sboccatura.
Vestito da una scura bottiglia, con un’etichetta dalla grafica semplice, secondo lo stile Cusumano, il brut è  annunciato sul mercato da una campagna, firmata Young & Rubicam, che  sviluppa il concept creato lo scorso anno, enfatizzando il risultato dell’attenzione posta in ogni  dettaglio: un’opera d’arte.

700 s.l.m. vi aspetta al Vinitaly, padiglione 2 Sicilia – stand 64/D –  68/E –dal 07 al 10 aprile

 Con piacere vi segnaliamo gli appuntamenti con  Cusumano al Fuori Salone:

· FOOD Experience Mondadori- Magnapars Via Tortona-   aperitivo    mercoledì 10 ore 20.30

 showcooking venerdì 12     ore 12.00  

· VODAFONE connects design c/o Iarchitects studio, Via Cerano, 12- Zona Tortona – Milano 10 Aprile 2013, dalle 18 alle 00, 
 
·  HERMAN MILLER-Together in Motion, Corso Garibaldi, 70, Milano – 11 Aprile dalle 19 alle 23

Ufficio stampa Burson Marsteller
Francesca Osella: francesca.osella@bm.com
Tel. 02 72143559

 

Share

Negroamaro – Cristina

Il Salento, in Puglia, è la regione del Negroamaro, il vitigno più diffuso e antico, dal quale si ricavano tra i migliori vini rossi e rosati d’Italia, tanto da essere impiegato per la ”correzione” di vini extra regionali, conosciuti anche all’estero. Colore Vino di un intenso colore rosso–granato. Il profumo è intenso, vinoso e fruttato, con riconoscimenti di piccoli frutti a bacca nera e talvolta sentori di tabacco. Gusto pieno, amarognolo, rotondo. Gradazione Media di 12°-13°. Costo Medio. Abbinamento Vino a tutto pasto. Si sposa benissimo con i ricchi piatti della tradizione del Salento, come la pasta fatta in casa, ad esempio le tipiche Sagne ‘incannulate , servite con una zuppa di ceci, o con polpette al sugo. Si abbina bene anche con la carne di agnello o gli “gnomerelli”, involtini di frattaglie legati con budello.
Vitigni impiegati:
E’ raro che venga utilizzato in purezza, ma in genere unito ad altre uve come la Malvasia nera, Primitivo, Montepulciano, Sangiovese.
Le uve del vitigno Negroamaro sono la base di parecchie DOC salentine, il più noto è il Leverano, un vino che nasce appunto dal vitigno Negroamaro e contiene Malvasia Bianca e Nera. È un vitigno versatile che può offrire profumati vini rosati, se unito ad una piccola percentuale di Cabernet Sauvignon, o grandiosi rossi, che esprimono eleganza e morbidezza, fino a produrre un vino asciutto e austero, vellutato riconoscibile per i sentori di tabacco e frutta, ideale a tutto pasto. 
Tutto il Salento, in particolare nelle province di Lecce, Taranto e Brindisi.
La Puglia è la regione d’ Italia con la più alta produzione vitivinicola, e il Salento contribuisce notevolmente con i numerosi viticultori presenti sul territorio. Il vino a base di uva Negramaro, è al terzo posto tra i vini a denominazione d’origine controllata col maggior tasso di crescita nelle vendite per la grande distribuzione, secondo un’indagine svolta per il Vinitaly nel 2008
 
 
Share

Amarone – Cristina

AmaroneBottega750 .jpgL’Amarone è una delle massime rappresentazioni enologiche. È un vino corposo, di grande carattere, capace di trasmettere al palato sensazioni calde, sensuali e appaganti.
Ha origine dalla storica Valpolicella, una vallata particolarmente vocata alla crescita di uve di qualità, che si trova circa 20 km a nord della città di Verona, non lontana dal lago di Garda. La presenza della vite in questa zona risale all’epoca preistorica, ma furono i Romani tra i primi a valorizzare e promuovere un vino armonioso di cui parlano gli storici dell’epoca.
Per la produzione dell’Amarone, che ha conseguito la Docg a partire dalla vendemmia 2010, è previsto dal disciplinare l’utilizzo in differenti percentuali di uve Corvina Veronese, Corvinone e Rondinella. L’uvaggio può essere completato da altri vitigni a bacca rossa non aromatici, ammessi alla coltivazione per la provincia di Verona (fino ad un massimo del 15% con un limite del 10% per ogni singolo vitigno) e, per un totale del 10%, da altri vitigni a bacca rossa, classificati autoctoni italiani ammessi alla coltivazione per la provincia di Verona.
La caratteristica principale che contraddistingue l’Amarone, ha origine dalle particolari tecniche di vinificazione. Le uve vengono vendemmiate nelle prime due settimane del mese di ottobre e poi adagiate delicatamente sui graticci in un unico strato per consentire all’aria di circolare meglio. La vinificazione vera e propria invece inizia solo a gennaio inoltrato. Segue l’affinamento che prevede un riposo in piccole botti di rovere per un periodo non inferiore ai due anni. Solo allora l’Amarone può, a pieno titolo, essere immesso sul mercato.

Contatti: Giovanni Savio – Distilleria Bottega srl – Tel. 0438 406801

Share

Champagne Bollinger Rosè Magnum lt. 1,5 – Vinoteca Perugia San Sisto

Bollinger Rosè Magnum lt. 1,5.jpgProduttore BOLLINGER AY Champagne Francia

Bollinger Rosé è quindi innanzitutto un grande vino: complesso, elaborato in modo attento e rigoroso, passionale.

Questa Cuvée assembla in pari quantità le ultime due annate di vendemmia, ma lo è anche per l’espressione del vino rosso che la compone, quel 5% di Pinot Noir proveniente dalla Cote aux Enfants, celebre vigneto dal quale per anni Bollinger ha prodotto il vino rosso fermo.

Share

Bollinger 002 for 007: lo Champagne dedicato a James Bond – Vinoteca Perugia San Sisto

Bollinger 002 for 007.jpgBollinger 002 for 007: lo Champagne dedicato a James Bond
Edizione Limitata per i 50 anni dei film di James Bond 007
Champagne Bollinger Grand Année 2002
Il Grande Année non viene elaborato se non in presenza di annate eccezionali, ed è per questo che il Grande Année esprime l’eccellenza Bollinger. Poiché in questo Champagne si ritrova il carattere particolare dell’annata che l’ha visto nascere, esso è anche il frutto dello stile Bollinger, del suo territorio d’eccezione e dei suoi metodi tradizionali di elaborazione. Il Grande Année sviluppa dunque una maestosa vinosità, degli aromi intensi, ricchi e complessi. La sua tonalità varia a seconda della natura del “millésime”.
E’ costitutita in media da: 60% Pinot Nero (35% di AY) che conferisce vinosità e complessità 35% Chardonnay che aggiunge finezza ed eleganza
Le uve provengono per il 100% da Vigneti Grands e Premiers Crus.
I principali sono: Pinot Nero: AY, Bouzy, Verzenay, Louvois e Mareuil s/AY Chardonnay: Le Mesnil s/Oger, Oger, Cuis, Cramant e Chouilly.
La prima fermentazione dei vini viene effettuata in botti di rovere cru per cru, vitigno per vitigno. Sono utilizzate solo vecchie botti (5 anni e più) in modo da non conferire ne’ tannini ne’ sapori di legno. Il vantaggio è quello di rinforzare la complessita’ aromatica e il potenziale d’invecchiamento dei vini.
La Grande Annee matura sui lieviti per minimo 5 anni prima della sboccatura, con tappatura in sughero che permette ai vini di non subire un’ossidazione troppo elevata, garantendo cosi’ una notevole freschezza.
Riposa in cantina per minimo 3 mesi prima della spedizione.

Vinoteca Perugia San Sisto
San Sisto 57
San Sisto (PG)

Share

Mosì Cantine Terre di San Vito – Suggerito da Cristina

mosì.jpgIGP 2011: Con le uve Bombino Nero e Uve di Troia questo vino si colora di un rosa tenue illuminato da delicati riflessi cerasuoli. Al naso è piacevolmente fruttato con note di amarena e lamponi intrecciati a fiori di violetta. Fresco in bocca con una piacevole mineralità che sfuma in note fruttate persistenti.
Un rosato fresco prodotto in 1300 bottiglie, sempre della cantina TERRE DI SAN VITO: il Mosì (uve nero di troia e bombino nero)
 

Link: vino http://www.dfood.it/vino-rosato/247-il-vescovo-vino-rosso-malbec-cabernet-sauvignon-puglia.html 

Share

Vino ottenuto da uve biologiche Gran Duca di Sicilia

nerodavola.jpgAzienda Vitivinicola ALLETTO SANFILIPPO

Merlot IGT Gran Duca di Sicilia 750 ml

Zona di Produzione:Corleone PA

Vigneto:C/da Poira

Uve:100% Merlot -Biologiche-

Forma di Allevamento:spalliera,metodo Guyot

Vendemmia:Manuale,a completa maturazione delle uve,nella seconda decade di
Agosto

Fermentazione 18-22°C

Periodo di maturazione:affinato in barriques di rovere francese per circa 9 mesi

Colore:Rosso rubino,tendente al granato,dopo l’invecchiamento.

Profumo:Vinoso intenso,caratteristico.

Sapore: Secco,corposo di grande struttura;molto sapido.

Gradazione:12,5°

Temperatura di Servizio:18°C

Abbinamenti:Lasciare ossigenare prima della degustazione.Si sposa perfettamente con risotti e pastasciutte a base di carne rossa;ottimo abbinamento anche con carni bianche.

info@vinigranducadisicilia.it

www.vinigranducadisicilia.it

Share

Vino Verdiso 2010 – Perlage

bollicine mail.jpgIl vitigno verdiso trova il suo ambiente più favorevole nelle aree dove gli inverni sono più rigidi e con maggiore lentezza cedono il passo ai miti  tepori primaverili. Le uve provengono, infatti, da vigne, coltivate biologicamente, localizzate nella fascia collinare posta all’estremo nord della pedemontana trevigiana, dove il frusciare dei pampini si confonde con quello dei castagneti. Il colore è giallo paglierino tenue con riflessi verdognoli; il profumo delicatamente vinoso, caratteristico, vagamente fruttato, gradevole; il sapore leggermente abboccato, neutro o leggermente erbaceo, fresco.

Particolarmente adatto ad accompagnare piatti a base di pesce; ottimo come aperitivo.

Perlage consiglia di servirlo a 8 – 10 gradi centigradi.

Perlage Srl
Via Cal del Muner 16 – 31020 Soligo – TV
Tel. 0438.900203
press@perlagewines.com – www.perlagewines.com
 

Share