Musica divina!

Sabrina Tedeschi e Beppe VessicchiopiccolaMusica divina!
Curioso esperimento del Maestro Vessicchio in occasione della XVIII edizione di Sorsi d’Autore

Capitel Nicalò Valpolicella DOC Superiore 2015 è stato protagonista di un curioso esperimento condotto dal Maestro Beppe Vessicchio, invitato a presentare il suo libro “La musica fa crescere i pomodori”, in cui mette in luce gli effetti positivi della musica su tutti gli esseri viventi, piante incluse.

Davanti a un pubblico divertito e attento, ai sommelier AIS Veneto e a Sabrina Tedeschi, in rappresentanza della Famiglia, il Maestro ha trasmesso le frequenze di una sua composizione di ispirazione mozartiana al Valpolicella Tedeschi per testarne le “reazioni”.

“È sicuramente stata un’esperienza curiosa in cui vino e musica, due piaceri della vita, due “mondi sensoriali” differenti, si sono incontrati in armonia! L’esperimento – chiaramente – non aveva valore scientifico, ma introduce la teoria secondo la quale la musica potrebbe, potenzialmente, influire sul carattere del vino.” afferma Sabrina Tedeschi.

Tedeschi, azienda storica della Valpolicella e parte delle Famiglie dell’Amarone d’Arte, ha fatto dell’ascolto dell’armonia e delle esigenze della natura uno dei punti fermi per la produzione dei suoi vini, esclusivamente provenienti da vitigni autoctoni. Questo approccio, già intrapreso da papà Renzo a partire dagli anni ’60, l’ha vista partner ideale della serata che vedeva coinvolto, insieme al Maestro Vessicchio, anche Giuseppe Maria Ricchiuto, fondatore di Specchiasol.

Fondamentale per la Famiglia unire l’esperienza, la tradizione e l’ascolto della natura con l’intensa attività di ricerca che ha da anni avviato anche in collaborazione con l’Università di Verona. La ricerca scientifica, infatti, è la strada scelta da Tedeschi per assicurare vini di elevata qualità. Una strada complessa, lunga e onerosa ma indispensabile poiché consente di comprendere meglio il terroir e di assicurare una costante qualità di produzione.

Festa Artusiana XXI Edizione

Festa-dallaltoFesta Artusiana XXI Edizione

24 giugno – 2 luglio 2017

“Gli apocalittici e gli integrati in cucina”
Forlimpopoli, città natale di Pellegrino Artusi, festeggia il suo illustre concittadino con 150 appuntamenti, una ventina di incontri sul cibo, 60 ristoranti, spettacoli, cucine del mondo e tanto altro. E ancora, le celebrazioni del ventennale della morte dello studioso Piero Camporesi, colui che coniò la celebre frase “l’Artusi ha fatto per l’unificazione nazionale più di quanto non siano riusciti a fare i Promessi sposi”.

Forlimpopoli (Fc) – Gli apocalittici e gli integrati della cucina si danno appuntamento a Forlimpopoli, città natale di Pellegrino Artusi. Lo fanno nella XXI edizione della Festa Artusiana, nove giorni (24 giugno – 2 luglio) di degustazioni, spettacoli, concerti, incontri, mostre, dove le strade vengono rinominate e i vicoli e le piazze si caratterizzano come veri e propri percorsi gastronomici. Imponenti i numeri di questo appuntamento: oltre 150 appuntamenti fra laboratori e degustazioni; una ventina di incontri imperniati sulla cultura del cibo; una serie di mostre sul tema del cibo; il coinvolgimento di una sessantina di ristoranti del tipico per circa 2800 posti a sedere. Non male per una cittadina di 13mila abitanti.

Particolarità della Festa Artusiana è l’affiancamento alla proposta gastronomica di qualità, secondo un disciplinare ben preciso, di tanti momenti di confronto e riflessione sul cibo, insieme ai protagonisti della cultura gastronomica italiana. Tema di questa edizione, il celebre saggio di Umberto Eco del 1964: “Apocalittici e integrati”. Se nel libro di Eco gli apocalittici e gli integrati erano quelli che guardavano al presente (e al futuro) rispettivamente con pessimismo e con ottimismo, nell’attuale quadro della cucina, caratterizzata dalla sovraesposizione mediatica e dalla figura dello chef divo e “maître à penser”, gli integrati e gli apocalittici appartengono alle opposte tribù degli entusiasti acritici e dei catastrofisti.

Il dibattito sul tema si ritrova nel convegno “Integrati e apocalittici in cucina”, sabato 24 giugno alle 17,00 a Casa Artusi per celebrare il ventennale della morte di Pietro Camporesi. Lo studioso forlivese, morto nel 1997, ebbe il merito di accreditare il manuale artusiano nel mondo accademico con la prestigiosa introduzione per l’edizione Einaudi de “La scienza in cucina e l’arte di mangiar bene” (1970), quella che coniò la celebre frase secondo il quale il libro dell’Artusi “ha fatto per l’unificazione nazionale più di quanto non siano riusciti a fare i Promessi sposi”.

A dibattere il gotha della cultura gastronomica italiana: gli storici Alberto Capatti e Massimo Montanari, la storica della letteratura italiana Elide Casali, gli scrittori Piero Meldini e Giuseppe Lo Russo. Ad introdurre e coordinare l’incontro sarà lo storico Massimo Montanari.

Casa Artusi, cuore della Festa

Casa Artusi, il centro di cultura gastronomica che ogni giorno si prodiga per valorizzare l’opera del padre della cucina domestica italiana, in occasione della festa si apre ai tanti visitatori con percorsi di conoscenza e degustazione, insieme ai protagonisti dell’enogastronomia nazionale e internazionale.

Tra le tante iniziative, dalle ore 19 alle 20, Casa Artusi propone gli App-eritivi, App per il buonessere: buone letture e buon cibo, spazio ideale per presentare libri ed autori che parlano di cibo.

Tra gli autori presenti la storica Elide Casali, la scrittrice inglese Kathryn Hughes con la biografia di Isabella Beeton, personaggio singolare dell’epoca vittoriana. A cui aggiungono: Questa non è l’America di Alan Friedman, e dal junkfood al cibo vegano proposto da Alberto Capatti, al Sapore Marino di Casa Moretti di Cesenatico senza dimenticare di celebrare il 750 anniversario della nascita di Giotto, con un evento in collaborazione con l’Associazione nazionale Case della memoria e il Comune di Vicchio, per percorrere la vita del grande personaggio non solo dal punto di vista artistico, ma anche intimo e quotidiano. Gli incontri sono accompagnati dalla degustazione di un prodotto a marchio della Regione Emilia-Romagna e da un calice di vino.

Premio Marietta

La città natale dell’Artusi omaggia le Mariette di oggi. Uomini o donne non fa differenza, l’importante è essere cuochi dilettanti animati dal sacro fuoco per i fornelli e realizzare un primo piatto ispirato al celebre manuale artusiano. Tutto questo è il Premio Marietta, il concorso nazionale promosso dal Comune di Forlimpopoli, in collaborazione con Casa Artusi e l’Associazione delle Mariette, dedicato alla celebre governante del gastronomo.

Una giuria di esperti selezionerà, fra tutte le ricette pervenute, le cinque finaliste. I cuochi finalisti saranno invitati a cucinare i loro piatti, come di tradizione, durante la Festa Artusiana. Per il vincitore, che sarà proclamato nella serata di domenica 25 giugno a Casa Artusi, in palio un premio di 1.000 euro offerti da Conad; tutti gli altri finalisti riceveranno 5 Kg di pasta, messi a disposizione da Conad.

Nel corso della Festa saranno consegnati anche i Premi Marietta ad Honorem a Patrizio Roversi e alla cuoca Giuliana Saragoni.

Ristorazione

In un’epoca di “disimpegno” pressoché generalizzato, la Festa Artusiana da sempre si caratterizza per essere un evento militante in difesa e a tutela dei prodotti di qualità. Dai sapori ‘made in Italy’ a quelli del mondo, ciò che li unisce è il rispetto della tradizione e della tipicità. L’offerta ristorativa va in questa direzione, intimamente legata col territorio, nell’ambito di una produzione agro-alimentare rispettosa dell’ambiente naturale e culturale d’origine. Una sessantina i ristoranti allestiti in occasione della Festa, per un totale di 2800 posti a sedere, che si aggiungono ai punti di ristoro della cittadina già presenti.

Spettacoli

La Festa Artusiana da sempre si caratterizza come un grande teatro a cielo aperto che unisce i generi e le proposte artistiche più diverse: dalle performance di strada ai concerti, agli spettacoli per i bambini, dalla musica popolare passando per il blues e il jazz.

Nell’ambito dell’evento si ripropone ArtusiJazz, il festival organizzato dall’Associazione Culturale “Dai de Jazz” di Forlimpopoli che negli anni, grazie al suo Direttore Flavio Boltro, è diventato un appuntamento immancabile per gli appassionati e per tutti coloro che vogliano ascoltare dal vivo i nomi più importanti del panorama jazzistico italiano.

E ancora un denso cartellone di oltre 50 spettacoli di arte e musica di strada, che alternano l’intrattenimento itinerante allo spettacolo in postazione fissa, palco o pedana. Musica itinerante ogni sera con la Artusi Street Band, spettacoli teatral-gastronomici, giocoleria, acrobazia e illusionismo, mimica, teatro per ragazzi, cantautorato e musica popolare. Il tutto sotto la direzione artistica di Stefano Bellavista dell’associazione culturale Cult.

Il Maf per la Festa Artusiana

In occasione della Festa Artusiana, il MAF-Museo Archeologico “T. Aldini” di Forlimpopoli, offre al pubblico della straordinarie aperture in orario serale, oltre ai consueti orari di visita. Tra le iniziative in programma visite guidate gratuite a tema e degustazione di vino delle cantine del territorio e Forlimpopoli da assaggiare, un’insolita passeggiata alla scoperta dei principali monumenti della città con degustazione di prodotti tipici. E ancora due conversazioni tematiche accompagnate da degustazioni in compagnia del cuoco Claudio Cavallotti e dell’archeologo Giuseppe Lepore, laboratori didattici per ‘giocare’ con l’archeologia, laboratori artigianali di tessitura e stampa su tela.

Sempre in occasione della Festa Artusiana, grazie alla mostra “L’antico e la modernità” della pittrice forlivese Miria Melandri l’arte contemporanea fa il suo ingresso al MAF, secondo un programma di divulgazione e di promozione già avviato dal Museo che si fonda anche sulla più felice ‘contaminazione’ della struttura museale con la realtà del nostro tempo e le sue multiformi espressioni culturali e artistiche.

A Forlimpopoli sapori da tutto il mondo

La Festa Artusiana si conferma crocevia di sapori di diverse parti del mondo. In questa edizione saranno presenti importanti realtà del nostro paese, insieme agli amici artusiani da oltreconfine: i francesi di Villeneuve Loubet patria natale del grande Escoffier e dei Pays Beaujolais con la loro cucina e pasticceria della regione Rhone-Alpes e il mercato contadino della città austriaca di Traun.

La collaborazione tra il comune di Forlimpopoli e la cittadina francese di Villeneuve Loubet suggellerà il legame di amicizia sabato 1 luglio alle 18,00 alla Chiesa dei Servi. Nell’occasione i sindaci di Forlimpopoli Mauro Grandini e di Villeneuve Loubet Lionnel Luca si incontreranno per festeggiare il XVII anniversario di gemellaggio.

Informazioni.

Ufficio Cultura tel. 0543-749234-5 (orario 8-13; durante la Festa 16-21).

Mail: info@festartusiana.it promozione@comune.forlimpopoli.fc.it

Siti: www.festartusiana.it www.forlimpopolicittartusiana.it

Forlimpopoli, 15 giugno 2017

Ufficio Stampa – Agenzia PrimaPagina

tel. 0547 24284 cell. 347 1567681

Filippo Fabbri – Alice Magnani

fabbri@agenziaprimapagina.it
Filippo Fabbri – Agenzia PrimaPagina
Via Sacchi 31 – 47521 Cesena
tel. 0547 24284 – fax 0547 27328
cell. 347 1567681
fabbri@agenziaprimapagina.it
http://www.agenziaprimapagina.it <http://www.agenziaprimapagina.it/>
P Rispetta l’ambiente. Stampa solo se necessario

I 7 miti da sfatare sui cocktail

7_Falsi_Miti_Campari (1)I 7 miti da sfatare sui cocktail
In vista dell’estate Campari Academy sfata i miti legati alla degustazione di cocktail e prosegue il suo tour in giro per l’Italia per sensibilizzare consumatori e bartender sul concetto di “bere bene”

Per chi di cocktail se ne intende, è facile identificare quale sia il livello di qualità di un cocktail con una semplice occhiata. Ma non tutti siamo esperti e per questa calda estate Campari Academy fornisce qualche utile consiglio su come riconoscere un buon cocktail, come scegliere il cocktail giusto, come degustare un cocktail senza esagerare con le quantità.

Questi ed altri contenuti legati alla professione del bartender saranno oggetto del viaggio per l’Italia, in 23 tappe, per fare formazione sui barman, figura professionale sempre più centrale e sempre più vicina ad un ruolo educativo dei consumatori. Il tour, realizzato da Campari Academy, è reso possibile grazie ad un truck appositamente allestito e si inserisce nell’ambito del progetto #Beremeglio lanciato da Federvini e Fipe a sostegno del consumo responsabile e della qualità del servizio all’interno dei pubblici esercizi italiani.

Ecco nel dettaglio i 7 miti da sfatare, realizzati grazie al supporto dei bartender dell’academy:
Un Cocktail con poco ghiaccio, please
Un cocktail con tanto ghiaccio non si annacqua, anzi è esattamente il contrario: un’abbondante quantità di ghiaccio crea “l’effetto iceberg” necessario per tenere il cocktail fresco più a lungo e rallentare la diluizione dei liquidi.
Il cocktail è “ristretto” se il bicchiere è piccolo
Il bicchiere è parte integrante della ricetta. Ogni cocktail ha i suoi ingredienti, le sue dosi corrette e il suo bicchiere per essere all’altezza del proprio nome. Ad esempio, per il Cosmopolitan e il Manhattan è necessaria la coppa.
Il cocktail non è cool se ha pochi ingredienti
Less is more: come dimostrano molti dei cocktail che hanno scritto la storia della Mixology (Negroni, Aperol Spritz e Gin Tonic, solo per citarne alcuni), il mix perfetto è spesso composto da solo 2 o 3 ingredienti sapientemente combinati.
I cocktail dolci e fruttati sono più leggeri
Non è vero. I cocktail dal gusto dolce non sono necessariamente leggeri, così come quelli bitter non sono sempre forti. Alcuni cocktail a base di rum sono dolci, ma hanno una gradazione alcolica più alta della media.
Non si “sente” l’alcol … è possibile aggiungerne un po’?
Il segreto di un cocktail perfetto sta nell’equilibrio dei suoi ingredienti, nella giusta diluizione e temperatura. Quando l’alcol non si “sente” molto significa che il cocktail ha rispettato il bilanciamento degli ingredienti, amalgamando in modo corretto tutti i sapori. La presenza invadente e pungente dell’alcol, spesso, è sintomo di un cocktail non preparato a regola d’arte.
Tra una fetta di arancia e un ombrellino non c’è differenza
In realtà, anche la guarnizione è parte integrante e imprescindibile della ricetta. Ad esempio, un Americano senza la fettina d’arancia e la scorza di limone non può essere un vero Americano.
Un buon cocktail è come il total black … perfetto per ogni occasione
Ogni cocktail ha il suo momento. Il gusto bitter è perfetto per l’aperitivo perché stimola l’appetito. I long drink (Mojito, Gin Tonic), i cocktail sour (Daiquiri) e quelli più sofisticati (Old Fashioned, Boulevardier) si apprezzano maggiormente dopo cena.

Scopri le tappe del truck di campari Academy al seguente link https://campariacademy.it/it/truck/2017/segui-il-tour/

Comunicato stampa in allegato

Valeria Conte

Havas PR Milan

t
+39 02 85457009
m
+39 342 8007520
w
havaspr.it

Vino e Sigaro: una serata di degustazione

Vino e Sigaro: una serata di degustazione

Giovedì 22 giugno La Tenute Tomasella, in collaborazione con il Cigar Club Naonis, ospitano
Davidoff

La più importante azienda di sigari del mondo
ci guiderà nella degustazione dei suoi

PRIMEROS DOMINICANO e
WINSTON CHURCHILL PETIT CORONA

accompagnati dai piatti del ristorante Trota Blu e dai migliori vini delle Tenute Tomasella.

Ti aspettiamo per questo esclusivo appuntamento giovedì 22 giugno a partire dalle ore 19.30.

Per info e prenotazioni, chiama lo 0422.850043

Tenute Tomasella | Via Rigole 103 – Loc. Portobuffolè – Mansuè (TV)

Toscana Arcobaleno d’estate fa tappa a Siena e a Trequanda con i racconti di Toscana Ovunque bella

79a279ad-b434-407d-8afb-0fe9cac88c87Toscana Arcobaleno d’estate fa tappa a Siena e a Trequanda con i racconti di Toscana Ovunque bella

Dai il benvenuto all’estate con l’Arcobaleno! Tutti gli eventi su www.arcobalenodestate.it

Appuntamento domenica 18 giugno, alle 16.30 a Siena e alle 18.30 a Trequanda dove interverrà, tra gli altri, il presidente del Consiglio regionale, Eugenio Giani

Per l’occasione Toscana Ovunque Bella lancia una novità: comuni, associazioni e operatori turistici possono incorporare le storie inedite sul proprio sito grazie al nuovo widget

E’ iniziato il lungo weekend di Toscana Arcobaleno d’Estate (16 – 18 giugno), l’iniziativa promossa dalla Regione Toscana con il supporto di Toscana Promozione Turistica, Fondazione Sistema Toscana e ANCI, in collaborazione con il media partner QN-La Nazione. Domenica 18 giugno la manifestazione farà tappa prima a Siena e poi a Trequanda per una giornata interamente dedicata a Toscana Ovunque Bella, il progetto di promozione regionale che accende i riflettori sui comuni attraverso i loro racconti inediti. Il lancio dell’estate 2017 coinciderà quindi con la festa dei borghi toscani, ogni comune – anche quelli più piccoli e meno conosciuti – svelerà la sua storia inedita con eventi ad hoc, diventando protagonista nel weekend Arcobaleno.

Domenica 18 giugno alle 16.30 gli organizzatori e le istituzioni saranno a Siena nel Museo Civico di Palazzo Pubblico, accolti dall’assessore al turismo Sonia Pallai, per assistere a “Toscana Ovunque Bella, Scene di un’utopia possibile”: un’originalissima visita teatralizzata alla scoperta degli affreschi del Buon Governo di Ambrogio Lorenzetti. Seguirà brindisi Arcobaleno. La visita si ripeterà per il pubblico alle ore 17 e, seguire, nella Loggia dei Nove, concerto con ensamble di sassofoni eseguito dall’Istituto Musicale Rinaldo Franci. Evento a pagamento (visita e concerto compresi nel costo di ingresso al Museo). Per informazioni Tel. 0577 292128-206, turismo@comune.siena.it www.enjoysiena.it

Il secondo appuntamento della giornata con Toscana Ovunque Bella si terrà alle 18.30 a Trequanda, presso la Fattoria del Colle, per festeggiare l’avvio dell’estate anche in campagna. Qui sono attesi, tra gli altri: Eugenio Giani, presidente del Consiglio regionale, Paolo Chiappini, direttore di Fondazione Sistema Toscana oltre alla padrona di casa, Donatella Cinelli Colombini, presidente del consorzio vini Orcia. Interverranno anche alcuni soci del Consorzio a rappresentare le cantine di Montalcino, Pienza e Trequanda insieme ad alcuni rappresentanti delle stesse amministrazioni comunali. Nell’occasione verranno lette le tre brevi storie inedite di Montalcino, Pienza e Trequanda pubblicate sul sito www.toscanaovunquebella.it, progetto di promozione turistica regionale fiore all’occhiello dell’assessorato al turismo. E da oggi il progetto si arricchisce di una funzione in più: è possibile incorporare le storie di Toscana Ovunque Bella sul proprio sito, blog o testata online grazie al nuovo widget. Comuni, strutture ricettive, associazioni di categoria ma anche musei, associazioni culturali hanno uno strumento di promozione in più, semplice e a costo zero: potranno aggiungere sull’homepage del loro sito una vera e propria finestra con i racconti di Toscana Ovunque Bella relativi al Comune o alla zona di proprio interesse. Basta definire l’area geografica, scegliere se mostrare la mappa e personalizzarne le dimensioni. Toscana Ovunque Bella si conferma un progetto di promozione digitale che mette al centro i tanti operatori del travel della Toscana, offrendo i suoi contenuti a servizio del sistema.

Sono centinaia gli appuntamenti in programma nel weekend Arcobaleno. I dettagli per ciascun evento, oltre alle offerte create ad hoc per l’Arcobaleno dai gestori di strutture ricettive, ristoranti e stabilimenti balneari, sono consultabili sul sito www.arcobalenodestate.it anche su mappa georeferenziata. Radio Toscana è media partner della festa “Toscana Arcobaleno d’Estate” e propone una selezione musicale, una playlist studiata ad hoc per accompagnare l’evento. Ascoltatori, bar, ristoranti, stabilimenti balneari, associazioni e tutti coloro che aderiscono all’iniziativa sintonizzandosi su Radio Toscana (Fm 104.7 e 88) potranno avere una colonna sonora speciale che coinvolgerà tutta la regione.

Toscana Arcobaleno d’Estate è Facebook, Twitter e Instagram. L’hashtag è #arcobalenodestate.

Contatti Stampa:
Mariangela Della Monica – Responsabile ufficio stampa Fondazione Sistema Toscana
Cell. 334 6606721 m.dellamonica@fondazionesistematoscana.it
Marte Comunicazione – Ufficio Stampa Toscana Arcobaleno d’Estate cell. 3356130800-3398655400- marzia.morganti@gmail.com; ntempestini@gmail.com

Toscana Arcobaleno d’estate: Dal 16 al 18 giugno centinaia di eventi per dare il via all’estate 2017

79a279ad-b434-407d-8afb-0fe9cac88c87Toscana Arcobaleno d’estate: Dal 16 al 18 giugno centinaia di eventi per dare il via all’estate 2017

Dai il benvenuto all’estate con l’Arcobaleno! Tutti gli eventi su www.arcobalenodestate.it

Aperitivi sulle terrazze di Firenze, concerto di Raf e Notte Bianca a Viareggio, concerto gospel a Prato, visita agli affreschi del Buon Governo a Siena, tour enogastronomico tra i sapori del Giglio, visita alle fortificazioni della Linea Gotica in Lucchesia e domenica focus su Toscana Ovunque Bella!

Tutto pronto per Toscana Arcobaleno d’Estate, l’iniziativa promossa dalla Regione Toscana con il supporto di Toscana Promozione Turistica, Fondazione Sistema Toscana e ANCI, in collaborazione con il media partner QN-La Nazione, per lanciare ufficialmente la stagione estiva. La quinta edizione si terrà dal 16 al 18 giugno, un lungo weekend di festa dedicato ai turisti e ai toscani che avranno l’opportunità di “assaggiare” il meglio dell’offerta regionale e decidere poi, anche in un secondo momento, di tornare per approfondire uno o più aspetti. Il cartellone comprende festival, concerti, degustazioni, mostre con particolare attenzione alle eccellenze toscane, dai prodotti enogastronomici alle bellezze culturali e paesaggistiche. I dettagli per ciascun evento, oltre alle offerte create ad hoc per l’Arcobaleno dai gestori di strutture ricettive, ristoranti e stabilimenti balneari, sono consultabili sul sito www.arcobalenodestate.it anche su mappa georeferenziata.

“Puntiamo sempre di più con manifestazioni come questa a far conoscere a turisti e cittadini toscani opportunità per vivere la nostra regione mettendone in evidenza le tante iniziative. Con la presenza sul web e le cronache su tutto il territorio de La Nazione racconteremo uno spaccato della nostra estate cercando di essere sempre più attrattivi”, ha dichiarato Stefano Ciuoffo, assessore al Turismo della Regione Toscana.

EVENTI TOP – Venerdì 16 giugno la festa partirà dal capoluogo toscano con l’iniziativa promossa da Confcommercio Toscana: “Firenze vista dall’alto”. Originali aperitivi da gustare per tre sere, dal 16 al 18 giugno, in luoghi solitamente inaccessibili al grande pubblico, dai quali si gode un panorama di rara bellezza. Hanno aderito le terrazze di quattro alberghi del centro: Grand Hotel Baglioni, Hotel Continentale, Plaza Hotel Lucchesi, Hotel Tornabuoni Beacci oltre a quella del Museo degli Innocenti (eventi a pagamento su prenotazione). Qui tutti i dettagli www.arcobalenodestate.it/firenze-vista-dallalto-5-terrazze-arcobaleno. Il grand opening si terrà sulla Terrazza del Museo dell’Opera del Duomo che, per gentile concessione dell’Opera di Santa Maria del Fiore, resterà aperta in via straordinaria venerdì 16 giugno per ospitare la cerimonia ufficiale di inaugurazione di “Toscana Arcobaleno d’Estate 2017”, alla presenza delle autorità e degli organizzatori (evento ad invito) e che potrà essere seguito in diretta su Radio Toscana (fm104,7 e 88), la Radio partner di Toscana Arcobaleno d’Estate 2017. Per le ore 23 della stessa serata è in serbo una sorpresa che colorerà le varie terrazze. Sabato 17 il clou sarà ancora una volta sulla passeggiata di Viareggio per il concerto di Raf che coinciderà con la Notte Bianca. Lo spettacolo inizierà alle 21.00, in diretta su Radio Toscana, con “Le Idee”, gruppo vincitore del contest per band emergenti italiane #musicampus2017, promosso da Librerie Universitarie e Radio Firenze. A seguire, salirà sul palco Hugolini, musicista e cantautore attivo a Firenze che quest’estate aprirà alcuni concerti di Francesco Gabbani. Infine, alle 22.00, l’atteso concerto di Raf. A condurre la serata l’attrice e presentatrice Roberta Catarzi. Domenica 18 avrà una caratterizzazione più territoriale con il coinvolgimento dei comuni che si racconteranno attraverso il format “Toscana Ovunque Bella”. Ogni borgo svelerà il suo racconto inedito con eventi ad hoc, diventando protagonista nel weekend Arcobaleno.

AREA FIORENTINA – Tra gli eventi top si segnala l’Arcobaleno al Parco dei Renai a Signa (FI) organizzato per domenica 18 dalla Pro Loco Signa con il patrocinio del comune. Una giornata di svago tra laboratori di costruzione aquiloni, un mercatino e stand gastronomici. Il 17 e 18 giugno le vie del castello di Calenzano Alto (FI) saranno animate da Lunaria, festival delle arti di strada promosso dal comune e dall’Associazione turistica Calenzano. I visitatori potranno assistere a spettacoli musicali, arti di strada e spettacoli di fuoco. Itinera 2017 offre, invece, tour golosi sulle colline di Scandicci dedicati alle famiglie con bambini dai 3 ai 10 anni. Potranno accarezzare gli asini e cavalcarli; alle ore 19.30 la cena nel bosco e dalle 21 intrattenimento aspettando le lucciole. Gli amanti della buona tavola non potranno mancare a San Casciano in Val di Pesa alla VI° edizione del Campionato della Bistecca in programma il 16 e 17 giugno.

AREA PRATESE – Tanti gli eventi di Prato Estate che ricadono nel weekend Arcobaleno. Tra questi: venerdì 16 l’appuntamento con Officina Ridens Open Air – Rio Bum Bum, un viaggio tra teatro, musica e magia (ore 21.30, Biblioteca Lazzerini); sabato spazio a Gioca Tamburo, spettacolo per bambini (ore 10.30,

Ex-Fabrica). Domenica visita guidata alla mostra “Uno sguardo a noi contemporaneo: con gli occhi di Paola Angelini” e a seguire aperitivo nel cortile di Palazzo Pretorio (dalle ore 11). Sempre domenica il Giardino Buonamici di Prato sarà il palcoscenico del concerto del coro gospel Black & White Ensemble Gospel Choir. L’evento, promosso dal Comitato Cittadino Attività Musicali e Strada dei vini di Carmignano e dei sapori tipici pratesi, fa parte della rassegna estiva Oltre il Giardino 2017 (ore 21).

SIENA E PROVINCIA – Siena è come sempre in prima linea per offrire un ricco weekend Arcobaleno. Venerdì 16 alle 17 presso la Pinacoteca Nazionale in programma il percorso guidato “Luci e colori nei dipinti di Domenico Beccafumi”. A seguire l’assessorato al Turismo del Comune presenterà il nuovo video della Città “Siena dall’alto” (ingresso gratuito). Domenica 18 sarà di scena nel Museo Civico di Palazzo Pubblico, in piazza del Campo, “Toscana Ovunque Bella, Scene di un’utopia possibile”: un’originalissima visita teatralizzata alla scoperta degli affreschi del Buon Governo di Ambrogio Lorenzetti (ore 17). Delizie dentro le mura” è, invece, il titolo dell’evento promosso dal Comune di Monteriggioni (SI) per venerdì 16. Maestri pasticceri faranno degustare dolci, gelato, cioccolato e tante altre golosità dalle 18 – 23.30, ingresso libero. Rimanendo in tema culinario, dal 16 al 18 giugno San Casciano dei Bagni (SI) ospita la Sagra del Ciaffagnone e del tagliolino al tartufo.

AREA ARETINA – Venerdì 16, la sera prima della Giostra del Saracino, ciascun quartiere di Arezzo ospita la cena propiziatoria. La location è la piazza adiacente la sede storica di ciascun quartiere, dove vengono apparecchiate lunghe tavolate addobbate con i colori degli emblemi dei quartieri. La sera tra il 17 e il 18 giugno a Cortona sarà di scena la Cortona Jazz Night. Dalle 16.00 le strade e le piazze si animeranno grazie alla musica jazz. Per l’occasione i negozi saranno aperti fino a tarda notte con offerte e sconti per tutti. A Foiano della Chiana la Proloco organizza per domenica 18 Trekking della Bonifica alla scoperta del Canale Maestro, una passeggiata per capire meglio il sistema idraulico della bonifica della Valdichiana.

LUCCHESIA E VERSILIA – Domenica 18 giugno, in occasione della processione del Corpus Domini, rivive a Camaiore (LU) la magia dei tappeti di segatura colorata. A partire dal tramonto del sabato, per tutta la notte, i maestri “tappetari” lavoreranno per dar vita alle loro creazioni. Il Comune di Forte dei Marmi aderisce all’Arcobaleno con un cooking show inserito tra le iniziative del venerdì 16 di ForteChildren (ore 15 – 19). Il piccolo Nicolò, tra i protagonisti di Masterchef junior 2015, cucinerà a partire da una misteriosa Mistery Box. Domenica 18 in programma a San Giusto di Brancoli (LU) la visita alle fortificazioni della Linea Gotica in Lucchesia. Guide locali mostreranno ai partecipanti fortificazioni e trincee ancora ben conservate. Lungo il percorso saranno presenti rievocatori storici con uniformi dell’epoca. Al termine del percorso verrà offerto un pranzo a base di prodotti tipici della zona. Domenica 18 a Capannori si svolgerà il 2° raduno delle auto d’epoca fra le colline lucchesi promosso dal Club Balestrero Lucca, Confesercenti Toscana Nord e l’associazione ‘Insieme le botteghe di Marlia’, con il patrocinio del Comune di Capannori.

AREA PISANA – Cooperativa Archeologia organizza per sabato 18 una visita guidata al cantiere di allestimento del Museo delle Navi Antiche di Pisa. Un’occasione unica di vedere trenta navi romane con il loro carico di anfore, ceramiche, vetri, metalli e strumenti di bordo, restaurate in 16 anni di lavori. L’eccezionalità della visita è rappresentata proprio dall’opportunità di visitare un Museo in divenire, non ancora aperto al pubblico (Arsenali Medicei – Lungarno Ranieri Simonelli). Il Comune di Pomarance (PI) organizza visite guidate alla sua Fortezza inespugnabile situata nella frazione di San Domenico, la Rocca Sillana (dal 16 al 18 giugno). A San Miniato grande attesa per “Il Guazzabuglio – 9 e 24° Raduno Folcloristico di Bande con Majorettes”. Si inizia venerdì 16 con la “Cena Sotto le Stelle”; si continua il sabato 17 con il “24° Raduno di Bande Folkloristiche con majorettes” provenienti da tutta la toscana e non solo. Si conclude la domenica 18 con lo spettacolo dal teatrale: “Veleno per topi”.

PISTOIESE – A Montecatini Terme torna l’appuntamento con Estate Regina. Sabato 18 presso le Terme Tettuccio si esibirà l’Orchestra La Filharmonie con Musiche di Richard Wagner e di Ludwig Van Beethoven (ingresso gratuito). Sempre Montecatini farà da cornice al Festival dei Cori, concerti en-plein-air con accompagnamento o “a cappella”, di cori provenienti da tutto il mondo (venerdì 16, piazza del Popolo). A Pescia, invece, sarà di scena la 19° Edizione Festival di Pescia, manifestazione canora storica rivolta a interpreti, autori, band di tutta Italia (15 – 17 giugno). Sabato 18 giugno in programma sempre a Pescia la 3a edizione di Rin…corri Pescia, gara podistica competitiva (10km) e non (11km), con possibilità anche per le famiglie di partecipare iscrivendosi alla Family Run (5km).

LIVORNO E PIOMBINO – A Livorno spazio alla seconda edizione del Cacciucco Pride 2017 che si terrà dal 16 al 18 giugno. Un’iniziativa nata per celebrare il suo piatto simbolo, facendosi conoscere a tutto tondo attraverso il cibo. L’evento enogastronomico ricade nell’8° edizione della Notte Blu che si svolgerà a cavallo
tra il 17 e il 18 giugno. La proloco di Piombino organizza per venerdì 16 il concerto di Gino Paoli. L’evento ad ingresso gratuito si terrà in piazza Bovio, la più grande piazza europea circondata su tre lati dal mare

GROSSETO – A Spasso Tra i Rioni è l’appuntamento enogastronomico a cura Pro loco Isola del Giglio e Giannutri. Dal 16 al 17 Giugno dalle 20 alle 24 i tre rioni del Giglio – Moletto, Saraceno e Chiesa – ospiteranno gli stand di prodotti tipici e pietanze dell’isola, come la tonnina, il baccalà sfilettato, sarde arrosto e tanto altro accompagnato dall’Ansonica, il vino locale che si abbina perfettamente alle specialità offerte. Il
Bagno Gabry di Marina di Grosseto offre lezioni gratuite di Taekwondo per bambini dai 5 ai 12 anni con la supervisione dell’istruttore Renato Romani, dal 16 al 18 giugno, dalle 17 alle 19.

MASSA – I più golosi non potranno mancare sabato 17 alla quarta edizione della Gara di Torte di Pro Loco Marina di Massa. Pasticceri amatoriali dal 6 ai 99 anni si sfideranno alla torta più bella e buona. Premi e assaggi per tutti.

Radio Toscana è media partner della festa “Toscana Arcobaleno d’Estate” e propone una selezione musicale, una playlist studiata ad hoc per accompagnare l’evento. Ascoltatori, bar, ristoranti, stabilimenti balneari, associazioni e tutti coloro che aderiscono all’iniziativa sintonizzandosi su Radio Toscana (Fm 104.7 e 88) potranno avere una colonna sonora speciale che coinvolgerà tutta la regione. Venerdì sera inaugurazione in diretta dell’Arcobaleno D’Estate che si terrà sulla terrazza dell’Opera del Duomo. La media partnership prosegue la sera del 17 giugno. Radio Toscana trasmetterà in diretta dal lungomare Mazzini di Viareggio lo spettacolo che darà il via ufficiale alla festa in musica. Inoltre sarà ospite del concerto la band “Le Idee” vincitrice del Music Campus, contest fiorentino per band emergenti promosso da Radio Firenze, sempre del gruppo Radio Toscana, in collaborazione con Librerie Universitarie.

Per aderire al calendario Arcobaleno compilare il form sul sito www.arcobalenodestate.it (per info 055 2719083, dal martedì al venerdì dalle 10.00 alle 12.00 e dalle ore 15.00 alle 18.00).

Toscana Arcobaleno d’Estate è presente sui social: Facebook, Twitter e Instagram. L’hashtag è #arcobalenodestate.
Contatti Stampa:
Mariangela Della Monica – Responsabile ufficio stampa Fondazione Sistema Toscana
Cell. 334 6606721 m.dellamonica@fondazionesistematoscana.it

Marte Comunicazione snc. di Marzia Morganti e co.
info@martecomunicazione.com www.martecomunicazione.com

C’ è tempo fino al 15 giugno per candidarsi al Premio Casato Prime Donne

3b4f0ded-a89b-45cf-8f2c-b8f8211c2fb4C’ è tempo fino al 15 giugno per candidarsi al Premio Casato Prime Donne

Potranno partecipare soltanto gli articoli, i programmi e le foto pubblicate tra il 15 giugno 2016 e il giugno 2017

Ci sarà tempo fino al prossimo 15 giugno per candidare articoli, programmi televisivi riguardanti Montalcino e i suoi vini oppure foto inerenti i territori del vino Brunello e Orcia alla 19° edizione del Premio Casato Prime Donne, l’iniziativa promossa dalla Cantina di Donatella Cinelli Colombini avente lo scopo di esprimere la gratitudine del territorio verso chi ne promuove la civiltà e le produzioni enologiche ma soprattutto di valorizzare le donne che propongono nuovi modelli di femminilità che si distinguono per meriti scientifici, civili e sociali apportando alla società stessa un contributo in termini di coraggio, di etica e di esempi positivi.
Quattro le sezioni del concorso: il Premio “IO E MONTALCINO” riservato a libri, servizi televisivi, radiofonici o pagine web che presentano Montalcino nei suoi aspetti storici, culturali, paesaggistici e agricoli; il Premio CONSORZIO DEL BRUNELLO DI MONTALCINO rivolto a giornalisti italiani o stranieri specializzati nel ramo vitivinicolo; il Premio “MONTALCINO, LA SUA STORIA, LA SUA ARTE, IL SUO VINO” DESCRITTI DA UNA DONNA, riservato ad articoli, libri, servizi televisivi o radiofonici o pagine web, a firma femminile e il Premio Fotografico sul tema “GENTI E TERRE DEI VINI BRUNELLO E ORCIA”, per il quale vengono selezionate precedentemente dalla giuria cinque foto finaliste da sottoporre al voto di una giuria virtuale del web. Il materiale dovrà essere inviato entro e non oltre le ore 24 del 15 giugno alla segreteria del concorso presso Casato Prime Donne, 53024 Montalcino (SI).
Anche per questa edizione la giuria sarà composta da Donatella Cinelli Colombini presidente, Rosy Bindi, Anselma Dell’Olio, Anna Pesenti, Stefania Rossini, Anna Scafuri e Daniela Viglione le quali, grazie anche alle competenze multidisciplinari messe in campo, sono riuscite a dare contenuto e messaggio al premio Casato Prime Donne rendendolo un grande strumento di promozione sociale e territoriale. Ad affiancare le giurate, ci sarà il Sindaco di Montalcino, il Presidente del Consorzio del Brunello Patrizio Cencioni e tre personalità di chiara fama come Mario Fregoni, Leone Piccioni e Sergio Zavoli.

Il PREMIO PRIMA DONNA Sarà assegnato dalla Presidente della Giuria Francesca Colombini Cinelli
Sarà premiata, a scelta della Giuria, una donna italiana o straniera che si è particolarmente distinta per coraggio ed eticità di comportamenti e che con il suo impegno ha valorizzato la presenza femminile nella società e nel lavoro
La data della cerimonia di premiazione è già fissata per domenica 17 settembre al Teatro degli Astrusi a Montalcino: ad ogni vincitore, una fornitura di Brunello e altri vini di Donatella Cinelli Colombini per un valore di 1.000 euro, un premio in denaro di 1.500 euro più la disponibilità di un appartamento agrituristico nella Fattoria del Colle di Trequanda, per una settimana, durante l’anno 2018.

Per informazioni e prenotazioni
Fattoria del Colle, Località Colle 53020 Trequanda (SI)
0577662108 info@cinellicolombini.it

Addetta stampa
Marzia Morganti Tempestini Tel 335 6130800
marzia.morganti@gmail.com

Prosecco, ecco come vengono spedite nel mondo le bollicine trevigiane

_SCA5907Prosecco, ecco come vengono spedite nel mondo le bollicine trevigiane

Dal polo logistico di Bassano partono milioni di bottiglie di vino, di cui il 70% è destinato all’estero. Matteo Vaccari, amministratore delegato di Logistic Net. “Ma la vera sfida è la vendita on line: dall’ordine web alla consegna in tavola entro poche ore”

Che il Prosecco sia diventato uno dei best seller a livello mondiale è cosa nota. Ma non tutti sanno come effettivamente le bollicine possano brillare nei calici a migliaia di chilometri di distanza dalle sacre colline di Valdobbiadene. Dalla fase di imbottigliamento allo scaffale del supermercato o alla cantina di casa, dentro questo viaggio c’è una macchina perfetta che controlla ogni millimetro percorso dalle bottiglie.

Un’azienda leader in questo particolarissimo segmento del mercato è la Logistic Net, società di Bassano del Grappa, nel Vicentino, fondata nel 2006 dagli attuali amministratori: Matteo Vaccari (ad), Andrea Munari (responsabile spedizioni) e Michele Muraro (responsabile di magazzino). Oggi l’azienda fa parte di Bas Group Spa, holding che  fattura 35 milioni di euro e occupa direttamente più di duecento persone.

“La nostra specialità è la logistica in outsourcing e tra i vari settori merceologici che serviamo spicca senza dubbio quello vitivinicolo”, spiega Vaccari. “Ritiriamo le bottiglie appena finita la fase di imbottigliatura, gestiamo lo stock a magazzino a temperatura controllata, eseguiamo tutte le lavorazioni necessarie (cerallaccatura, sigillatura, etichettatura, creazione espositori e quanto altro possa servire) e infine ci occupiamo della parte distributiva, ovunque nel mondo. Grazie alla nostra flessibilità e capacità di evadere gli ordini in tempi molto stretti abbiamo ottenuto la fiducia di grosse aziende nel territorio”.

Ad oggi nel polo logistico di Bassano del Grappa viene gestita la movimentazione di oltre venti milioni di bottiglie di vino e circa dieci milioni di bottiglie di birra. Questo segmento di business, oltre al boom di vendite che ha avuto il Prosecco, è cresciuto grazie ai magazzini a temperatura controllata e alla qualifica di “deposito fiscale” con certificazione AEOF. Su questo fronte, peraltro, Logistic Net ha appena inaugurato un moderno magazzino automatizzato di tipo shuttle, per una capacità di circa quattromila posti pallet, il più grande nel Veneto.

Ma spesso le difficoltà delle aziende sono collegate più all’e-commerce che non alla movimentazione dei pallet interi. Un numero sempre maggiore di clienti sono abituati ad ordinare on-line magari sei bottiglie differenti, e grazie ad Amazon, per esempio, a ricevere in casa propria tutto in poche ore: un target difficilissimo da soddisfare. “Per questo si rivolgono a noi”, incalza Vaccari. “Logistic Net evade il 98% degli ordini ricevuti entro le ore 14 già nello stesso giorno, creiamo i pacchi speciali rinforzati per corriere espresso, e organizziamo le spedizioni in tutto il mondo, formalizzando tutte le pratiche necessarie. Il tutto dando visibilità degli avanzamenti al cliente quasi in tempo reale: per consegne in Italia per esempio consegniamo già la mattina successiva al ricevimento dell’ordine. Il nostro grande “valore aggiunto” è la personalizzazione del servizio. I processi in magazzino spesso non sono standard ed il nostro servizio è sempre tarato su misura del cliente”.

Ufficio Stampa ComunicazioneLive – comunicazionelive@gmail.com

BAS GROUP SPA IN CIFRE Nel 2011 Logistic Net viene partecipata da Bas Group prima al 50% e dal 2013 al 100%. Oggi il gruppo è composto da cinque aziende: Bassanosped, Il Corriere, Ribosped, Bas Express e Logistic Net; queste aziende coprono coi loro servizi l’intera supply chain logistica, dal magazzinaggio al trasporto. In tutto, vi lavorano circa 200 persone per un fatturato di circa 35 milioni di euro.

LOGISTIC NET IN CIFRE Logistic Net nasce nel 2006. Nel corso degli anni sono stati effettuati vari traslochi per arrivare a Gennaio 2015 nell’headquarter di Bassano del Grappa e sei magazzini: da circa duemila metri quadri di area coperta é passata in quattro anni a quasi cinquantamila. Dieci anni fa vi lavoravano solo i tre imprenditori fondatori, oggi sono più di 50 i collaboratori dipendenti. Il 90% del personale è assunto a tempo indeterminato. L’azienda, specializzata nella logistica in outsourcing, gestisce circa 1500 ordini al giorno, movimentando un milione di colli e venti milioni di bottiglie.

Da sx Michele Muraro – Matteo Vaccari – Andrea Munari
Indirizzo Aziendale e Contatti
Facebook  Twitter  Google
Email inviata a vinipassione@libero.it

“Dire, fare, sognare!”

Luigi Sartini“Dire, fare, sognare!”

Riconoscimento alla cultura del cibo e del vino in Emilia Romagna

Luigi Sartini, Ido Migliari, Ciro Fontanesi, Maria Chiara Zucchi, San Domenico Imola

Lunedì 12 giugno al Teatro Verdi a Cesena

Cesena – C’è tutto l’universo della cucina nei cinque premiati del riconoscimento “Dire Fare Sognare” giunto alla sesta edizione. C’è chi prepara la materia prima secondo tradizione e innovazione (Ido Migliari e lo stellato Luigi Sartini), c’è chi cura i fondamentali aspetti della sala (Ciro Fontanesi), c’è il locale totem per antonomasia della Stella Michelin (San Domenico di Imola), c’è la sicurezza a tavola (Maria Chiara Zucchi). Mai come questa volta si può parlare a 360 gradi dell’universo enogastronomico in questa iniziativa promossa da Partesa, società specializzata nei servizi di vendita, distribuzione, consulenza e formazione per il canale Ho.Re.Ca., per valorizzare chi ha lasciato un’impronta indelebile nella cultura enogastronomica dell’Emilia Romagna.

Fontanesi (1)Un evento che per il secondo anno consecutivo ha scelto Cesena quale sede dell’epilogo, più precisamente il Teatro Verdi (lunedì 12 giugno alle ore 11.00), dopo avere viaggiato in lungo e in largo per la regione (Milano Marittima, Modena, Cattolica, Santarcangelo).
A scegliere i nomi dei premiati, tre tra le più qualificate firme del giornalismo enogastronomico: Andrea Grignaffini, Elsa Mazzolini e Alessandra Meldolesi. Nomi di prestigio a partire da Luigi Sartini, chef del Ristorante Righi a San Marino, stella Michelin dal 2008, cresciuto sotto l’ala di due must della cucina italiana come Gino Angelini e Gualtiero Marchesi. Percorso diverso e altrettanto importante per Ido Migliari, uno dei decani della cucina ferrarese, prima con l’Osteria da Ido e oggi nella trattoria La Chiocciola, in un percorso arrivato alla terza generazione che continua a stupire. Così come stupisce il San Domenico di Imola, quasi cinquant’anni di storia alle spalle, 44 dei quali sotto il segno della prestigiosissima guida Michelin, tanto da festeggiare quest’anno le quattro decadi della doppia Stella. Ma in un ristorante è fondamentale anche il servizio di sala, e qui spunta il nome di Ciro Fontanesi docente nella prestigiosa scuola di Alma. Il cerchio si chiude con un tema di cui troppo poco si parla, come la sicurezza a tavola, progetto che da due anni impegna Maria Chiara Zucchi, caporedattrice de La Madia Travelfood, che ha svolto centinaia di corsi di formazione a ristoratori, chef e personale di sala, insieme all’agenzia di formazione sanitaria Salvamento Academy.

Ido MigliariDue i momenti di “Dire Fare Sognare” a Cesena: il riconoscimento a cinque personalità di cui si è detto sopra; il riconoscimento di un operatore per ogni provincia emiliano romagnola, da Piacenza a Rimini, scelto tra ristoratori, baristi ed enotecari.

Partesa è una società specializzata nei servizi di vendita, distribuzione, consulenza e formazione per il canale Ho.Re.Ca. Con 28 anni d’esperienza e 40.000 clienti, Partesa ha raggiunto la massima capillarità distributiva, un attento portfolio di prodotti di qualità, servizi personalizzati e una grande solidità logistica. Un’azienda in movimento che cresce con le esigenze del mercato, in grado di offrire un’innovativa politica commerciale con un’immagine distintiva e unica.  La struttura, che impiega circa 1.000 persone, conta 47 depositi e un’ampia flotta di veicoli; fornisce un valido supporto tecnico e commerciale nello sviluppo di attività di marketing, acquisti, logistica, risorse umane, formazione e amministrazione. Per ulteriori informazioni: www.partesa.it

Ufficio Stampa Dire fare Sognare

PrimaPagina Cesena

Filippo Fabbri – Anna Frabotta

Tel. 3471567681 054724284

Ufficio Stampa Partesa

Cantiere di Comunicazione

Diana Ferla

Tel. 02 87383180

d.ferla@cantieredicomunicazione.com

Tuscany Wine Weekend con i vini di Donatella Cinelli Colombini: Alla Fattoria del Colle di Trequanda la prima wine class in cantina

648bf501-fcaf-49a8-b3a3-27aa11a47420Tuscany Wine Weekend con i vini di Donatella Cinelli Colombini: Alla Fattoria del Colle di Trequanda la prima wine class in cantina

Due giorni immersi nel grande vino toscano per imparare divertendosi le caratteristiche di Sangiovese, Brunello, Chianti Classico e Bolgheri. Alla Fattoria del Colle di Trequanda di proprietà di Donatella Cinelli Colombini questa esperienza che si preannuncia intensa ed indimenticabile è già realtà: le porte della cinquecentesca villa immersa tra le Crete Senesi si apriranno nel week end del 9-11 giugno per una Wine Class con lezioni in aula, degustazioni di ben 15 vini, visite alle cantine e nei vigneti, oltre alla possibilità di diventare enologi per un giorno giocando a produrre il proprio Supertuscan.

Nel week end della Wine Class, brunch e cene improntate sui sapori del territorio ed innaffiate con le produzioni di eccellenza della cantina di Donatella Cinelli Colombini, ma soprattutto una full immersion nel vino toscano con una lezione frontale – durante la quale verranno fornite informazioni, aneddoti, nozioni e leggende – accompagnata da una degustazione guidata di Vernaccia, Chianti Classico, Vino Nobile di Montepulciano e Bolgheri. In programma anche una visita guidata della Cantina del Casato Prime Donne a Montalcino con degustazione itinerante verticale dal barrel tasting del futuro Brunello al Rosso di Montalcino, fino al Brunello Riserva e passeggiate in vigna per imparare a cimare la vite. Concluderà il percorso formativo un barrel tasting nella cantina della Fattoria del Colle per verificare l’impronta gustativa lasciata dalla barrique, il tonneau e la botte e la possibilità di cimentarsi personalmente nella preparazione di un proprio Supertuscan, mettendo in pratica quanto appreso nella lezione in aula su come bilanciare alcool, tannini, acidi e frutto per ottenere un equilibrio perfetto. Ciascuno potrà dare un nome al vino realizzato e portarlo a casa, insieme all’attestato di partecipazione.

Per informazioni e prenotazioni
Fattoria del Colle, Località Colle 53020 Trequanda (SI)
0577662108 info@cinellicolombini.it

Addetta stampa
Marzia Morganti Tempestini Tel 335 6130800
marzia.morganti@gmail.com

Davide D’Alterio è il miglior sommelier della Toscana 2017

8fc173c1-87ae-4960-8659-5b2ddfa574d7Davide D’Alterio è il miglior sommelier della Toscana 2017

Due fiorentini e un lucchese sul podio

Sul podio anche Simone Vergamini e Simone Loguercio

Davide D’Alterio, sommelier della delegazione di Firenze è il Miglior Sommelier della Toscana 2017. L’elezione è avvenuta sabato 3 giugno al termine della finalissima a tre che si è tenuta a Casone Ugolino di Castagneto Carducci in occasione di T-Wine, il tasting dei vini della Costa Toscana che ha altresì accompagnato l’inaugurazione del Musem, Museo Multimediale e Sensoriale del Vino pensato e realizzato dall’imprenditore e designer Franco Malenotti insieme a Gaddo Della Gherardesca e allo scenografo tre volte premio Oscar Dante Ferretti.

“Un appuntamento consolidato quello con l’elezione del Miglior Sommelier di AIS Toscana – ha premesso il Presidente di AIS Toscana Osvaldo Baroncelli – ma soprattutto una vetrina che ha dimostrato di portare fortuna ai vincitori: molti di loro infatti, dopo aver calcato questo palcoscenico, hanno ottenuto ottimi riconoscimenti nei concorsi nazionali e internazionali. E’ il miglior augurio che mi sento di fare a questi sommelier che ammiro profondamente per l’impegno e la costanza che mettono nella preparazione di questo concorso. Ognuno di loro ha anche un lavoro da portare avanti con la massima professionalità e ciò che può ripagare mesi di studio è il raggiungimento di questo primo, ambizioso traguardo, che per molti appunto è stato trampolino di lancio verso successi nazionali e internazionali. Il segreto per ottenere soddisfazioni come questa è prima di tutto il non sentirsi mai arrivati e mettersi in gioco per migliorare sempre più la propria professionalità misurandosi prima che con gli altri, con se stessi”.

Conferma le parole del Presidente Baroncelli anche il neoeletto Davide D’Alterio, il quale ha così commentato la sua vittoria: “Il momento che sto vivendo è per me molto importante ma è stato fortemente cercato, ho studiato molto ma oggi la soddisfazione è così grande che tutto sommato non sembra mai abbastanza. Sono riuscito all’interno della Scuola Concorsi a conoscere fantastiche che oltre a essere preziosi collaboratori sono anche amici. Sicuramente questa esperienza ha accresciuto la mia autostima e mi da lo stimolo per cercare di migliorarmi sempre più e continuare a crescere. Nei progetti per il futuro c’è la voglia di fare altre competizioni ma prima di tutto di impegnarmi sempre più nel mondo del vino”.

D’Alterio, sommelier presso la Gastronomia Galanti di Piazza della Libertà a Firenze di proprietà di un altro fuoriclasse come il Miglior Sommelier della Toscana e d’Italia 2015 Andrea Galanti, raggiunge quindi il gradino più alto del podio alla sua seconda finale regionale dopo il terzo posto ottenuto nel 2016, avendo la meglio su Simone Vergamini, wine consultant appartenente alla delegazione di Lucca alla sua seconda partecipazione al concorso e Simone Loguercio della delegazione fiorentina, alla sua prima finale regionale ma non nuovo alle competizioni nonché vincitore nel 2014 della Borsa di Studio I Balzini.

“Per me – ha aggiunto la Responsabile della Scuola Concorsi Toscana Simona Bizzarri – è una soddisfazione enorme vedere come la nostra scuola concorsi riesce ad alimentare la passione di questi ragazzi e a farli crescere professionalmente. È gratificante per me vedere le potenzialità di questi sommelier che attraverso il lavoro potranno ambire a traguardi ancora più ambiziosi. Intanto mi auguro ed aspetto di vederli tutti e tre a Taormina nel mese di ottobre, per provare a giocarsi le proprie chance nella finale nazionale”.
Ufficio Stampa AIS Toscana
Marte Comunicazione snc di Morganti e Tempestini Tel 335 6130800 Email marzia.morganti@gmail.com; Tel. 3398655400 Email ntempestini@gmail.com – ufficio.stampa@aistoscana.it
www.aistoscana.it – www.martecomunicazione.com

T-wine a Casone Ugolino

0a46cc65-4597-4d1e-bc2b-ed08ace3a390Fine settimana tra Vip cooking e degustazioni nella location candidata a divenire la prima World Wine Town italiana
Conto alla rovescia per t_wine a Casone Ugolino:sabato e domenica il tasting di Ais Toscana e l’innaugurazione del Museo Multimediale e sensoriale del vino

Castagneto Carducci sta per diventare la prima World Wine Town italiana e l’occasione per ufficializzare tale investitura sarà l’evento di T-Wine, l’esclusivo tasting promosso dall’Associazione Italiana Sommelier dedicato ai vini della Costa Toscana che anche quest’anno ha scelto Casone Ugolino come location ideale. Sabato 3 e domenica 4 giugno: queste le date che coincideranno con uno dei momenti più attesi, ovvero l’inaugurazione del “Musem”, il Museo Multimediale e Sensoriale del Vino – pensato e realizzato dall’imprenditore e designer Franco Malenotti insieme a Gaddo Della Gherardesca e allo scenografo tre volte premio Oscar Dante Ferretti che di tale struttura ha curato l’allestimento – che di fatto inserisce Casone Ugolino a pieno diritto nel circuito del turismo enogastronomico internazionale.

Due giorni dedicati ai migliori vini della Costa Toscana e ai prodotti di eccellenza del territorio, con percorsi di degustazione e tasting esclusivi dei vini di Bolgheri e della Costa Toscana, Vip Cooking Show e Vip Wine Experience. E ancora convegni tematici su “Bolgheri e i suoi vini, verità e valori” a cura del Consorzio Bolgheri D.O.C. e la disputa della finalissima del concorso Miglior Sommelier della Toscana 2017, pillole di degustazione dei vini e degli oli della Costa con l’AIS Wine School e l’AIS Oil School, degustazione di sigari e distillati per scoprire nuove sensazioni olfattive e molto altro, tra cui la degustazione del “Gelato del Borgo” a metri zero e il convegno “Vino e tecnologia, cosa ci riserva il futuro?” curato dal comitato scientifico della World Wine Town Foundation. Mostre e incontri si estenderanno anche nel centro di Castagneto e al Castello, dove è altresì prevista una degustazione su “Castelli e Chateaux: i bianchi di Bolgheri e Bordeaux” – dedicata ad ospiti eccellenti che arriveranno direttamente da Bordeaux – e la XXIII edizione di “Castagneto a tavola – Night Edition”, con una cena esclusiva tra le suggestive vie del borgo con etichette ricercate ed eccellenze gastronomiche della tradizione locale.
Ufficio Stampa AIS Toscana
Marte Comunicazione snc di Morganti e Tempestini Tel 335 6130800 Email marzia.morganti@gmail.com; Tel. 3398655400 Email ntempestini@gmail.com – ufficio.stampa@aistoscana.it
www.aistoscana.it – www.martecomunicazione.com